▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Sicilia, banda ultra larga: 146,1 milioni di euro per le aree bianche

MIMIT e Regione Siciliana hanno siglato un addendum all’accordo di programma del piano per lo sviluppo della banda ultra larga.

Mercato e Lavoro

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy e la Regione Siciliana hanno siglato un addendum all’accordo di programma per il piano di diffusione della banda ultra larga nelle cosiddette aree bianche della Sicilia stipulato nel 2016, per un importo complessivo di 146.185.381,00 euro.

La sottoscrizione segue il processo di aggiornamento dell’Accordo Quadro tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano per lo sviluppo della banda ultra larga sul territorio nazionale dell’11 febbraio 2016, approvato dalla Conferenza Stato Regioni e Province Autonome nella seduta dell’8 marzo 2023.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Le risorse oggetto dell’addendum all’accordo di programma, nello specifico, sono:

  • 111.478.900,00 euro, iva inclusa, a valere sui fondi PO FESR Sicilia 2014/2020;
  • 13.223.263,00 euro, iva inclusa, a valere sui fondi PSR FEASR 2014-2022, Misura 7.3;
  • 17.100.000,00 euro, iva inclusa, a valere sui fondi POC Imprese e Competitività 2014- 2020;
  • 4.383.218,00 euro, iva inclusa, individuati per la Regione Siciliana a valere sui fondi PSC MIMIT infrastrutture BUL Aree Bianche, di cui alla delibera CIPE n. 65/2015

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy sta rivedendo tutti gli accordi di programma con le Regioni attraverso la firma di addendum che aggiornino i piani tecnici regionali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter