Guida autonoma: pronti i test ufficiali in Italia

GTT sarà la prima realtà a sperimentare ufficialmente su strada soluzioni di guida autonoma, grazie alla sandbox di Sperimentazione Italia

Tecnologie

"Per ridisegnare le nostre città attraverso innovativi progetti di rigenerazione urbana, su cui siamo impegnati anche con il PNRR, è fondamentale avere a disposizione soluzioni di mobilità più sostenibili, che consentano di rendere più efficaci gli spostamenti riducendo l’impatto sull’ambiente". Le parole di Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, riguardano in particolare le soluzioni di guida autonoma, che ora si possono ufficialmente sperimentare su strada anche in Italia, grazie alla "libertà" normativa concessa da Sperimentazione Italia.

Sperimentazione Italia è una normativa introdotta a fine 2020 che consente alle startup, alle imprese, alle università ed ai centri di ricerca di poter sperimentare un proprio progetto innovativo, per un periodo limitato di tempo, attraverso una deroga temporanea alle norme vigenti. Se l’esito della sperimentazione risulta positivo, di fatto si apre la strada a una modifica normativa che adatti le leggi ai nuovi scenari tecnologici. Rimuovendo i limiti che la sperimentazione ha dimostrato ormai inutili oppure obsoleti.

Ora la sperimentazione riguarda appunto la guida autonoma: è stata autorizzata, per la prima volta in Italia, la sperimentazione di una flotta di navette a guida autonoma su strada. Accade a Torino: l’autorizzazione alla sperimentazione è stata infatti ottenuta dal Gruppo Torinese Trasporti (GTT) e avviene all’interno del progetto Show, che mira a supportare la transizione verso un trasporto urbano a guida autonoma efficace e sostenibile.La sperimentazione si compone di due fasi. La prima, chiamata “pre-demo”, e che l’azienda prevede di realizzare tra marzo e aprile 2022, sarà senza passeggeri a bordo degli shuttle autonomi. Sarà fondamentale per testare il veicolo nel traffico reale, oltre a prevedere attività di formazione per gli operatori di bordo. La seconda fase, prevista a partire da maggio 2022, darà il via alla vera e propria sperimentazione, di cui potranno beneficiare i cittadini del Comune di Torino per un periodo di cinque mesi.

La sperimentazione sarà effettuata con due navette a guida autonoma, lungo un percorso di circa 5 chilometri che si snoad nella zona dei presidi ospedalieri della Città della Salute e della Scienza. I cittadini potranno prenotare il servizio di trasporto gratuito tramite un’apposita app. Sulla base della domanda del servizio, le navette prenderanno i passeggeri alle fermate e agli orari richiesti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Red Hat Summit Connect e Open Source Day

Download

La nuova cyber security: cosa ne pensano i CISO italiani

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Calendario Tutto

Feb 16
Commvault Connections on the Road | Milano
Mar 22
IDC Future of Work
Giu 08
MSP DAY 2023 - 8/9 Giugno

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter