Rilancio area industriale di Torino: 165 milioni per investimenti in filiera automotive e aerospazio

“È la dimostrazione che il governo non fa mancare il suo supporto per la ripresa economica ed è attento a tutte le misure necessarie per una piena applicazione  del PNRR", ha dichiarato il ministro Giorgetti.

Mercato e Lavoro
Con 165 milioni di euro prende il via il piano di riconversione e riqualificazione produttiva dell'area di crisi industriale del territorio di Torino, che ha tra i principali obiettivi strategici il rilancio delle filiere dell'automotive e dell'aerospazio.E' quanto prevede l'Accordo di programma tra Ministero dello Sviluppo economico, Regione Piemonte, Comune di Torino, Anpal, Ice e Invitalia.
Gli investimenti sono finalizzati a rilanciare l'area di crisi industriale del territorio di Torino attraverso la creazione di due Hub di eccellenza per la ricerca, l'innovazione e il trasferimento tecnologico nei settori automotive e aerospazio.
Il centro di ricerca applicata e trasferimento tecnologico per l'automotive e la mobilità sostenibile sarà realizzato nel distretto produttivo di Mirafiori, dove verranno avviate attività in sinergia con il Centro di Competenza Manufacturing 4.0, mentre il centro per l'aerospazio sarà realizzato nell’area torinese di Corso Marche, nelle vicinanze di alcune delle sedi delle principali aziende leader nel settore: Leonardo e Thales.
Prevista inoltre l'attivazione di contratti di sviluppo e accordi di innovazione per sostenere investimenti produttivi nella filiera della componentistica automotive e dell’aerospazio, ma anche la trasformazione digitale e green della componentistica che potrà contare sui 50 milioni di euro destinati alle agevolazioni previste dalla legge 181/89 sulla riconversione e riqualificazione delle aree di crisi industriale.
L'obiettivo è incentivare le attività di ricerca, sviluppo e innovazione delle imprese che puntano a realizzare produzioni ad alto valore tecnologico e di interesse per il mercato, nonché a favorire l'occupazione anche attraverso il reimpiego dei lavoratori dell'area di crisi. Al tal proposito, verranno avviati sia piani per la riqualificazione delle competenze dei lavoratori sia programmi specifici dedicati alla formazione di studenti, laureandi, professionisti e tecnici.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Per una IT sostenibile

Speciale

Osservatorio Innovazione e Rilancio

Webinar

Dall’endpoint protection al servizio gestito: come evolve la cybersecurity

Webinar

Cloud ad alta velocità: la base della vera Trasformazione Digitale

E-Book

Le regole dell’ufficio ibrido

Calendario Tutto

Nov 30
WEBINAR FLOWEE - Incrementa il business dei tuoi clienti grazie ai processi collaborativi e alla gestione documentale di Flowee Pratica Digitale
Dic 14
#LetsTalkIoT - IoT standards, regulations and best practices

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori