Pistoia-Prato: dalla CdC contributi per formazione e lavoro

Dalila Mazzi, presidente della Camera di commercio di Pistoia-Prato: "Un’opportunità importante per i giovani ma anche per le imprese, che hanno la possibilità di portare in azienda una ventata di aria fresca, grazie al dinamismo che contraddistingue le generazioni più giovani”.

Mercato e Lavoro
La Camera di commercio di Pistoia-Prato sostiene le imprese del territorio nell’inserimento in azienda di risorse umane e/o di nuove figure professionali nonché le esperienze formative in situazione e in materia di orientamento al lavoro e alle professioni per lo sviluppo delle competenze e stanzia 120 mila euro con il bando Formazione e Lavoro – anno 2021.
Il bando infatti, che eroga contributi a fondo perduto alle micro, piccole o medie imprese delle province di Pistoia e Prato, intende finanziare le iniziative realizzate dalle aziende per la formazione, la promozione dell’alternanza scuola lavoro, l’orientamento alle professioni e le politiche attive del lavoro.

Il Bando prevede quattro linee di intervento:
- Linea 1 - Percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento (PCTO - ex Alternanza Scuola-Lavoro): prevede l'erogazione di un contributo pari ad € 500,00 per ogni percorso o stage attivato dall'impresa richiedente il contributo fino ad un massimo di tre;
- Linea 2 - Percorsi formativi o stage curriculari di soggetti frequentanti corsi ITS, IFTS, Universitari, CFP, finalizzati alla transizione al lavoro: prevede l'erogazione di un contributo pari ad € 500,00 per ogni percorso o stage attivato dall'impresa richiedente il contributo fino ad un massimo di tre;
- Linea 3 - Formazione delle competenze per la ripartenza e la resilienza (salute e sicurezza e competenze strategiche): prevede l'erogazione di un contributo pari al 50% dell'investimento effettuato fino ad un massimo d € 2.000,00. Gli investimenti dovranno riguardare la Formazione per la salute e la sicurezza, e la Formazione per le competenze strategiche.
- Linea 4 - Contratto di apprendistato, e/o contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, e/o contratto di lavoro a tempo indeterminato, con giovani di età compresa fra i 18 e 39 anni, per i quali è previsto l'affiancamento di un tutor aziendale: prevede l’erogazione di un contributo pari ad € 3.000,00 per il percorso di inserimento attivato.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda di contributo anche su più linee di intervento. Il bando consente di ottenere un contributo a fondo perduto fino a un importo massimo di 3 mila euro, fatta salva la premialità legata al rating di legalità. La domanda può essere presentata a partire dalle ore 18.00 del 1° ottobre 2021 fino alle 24.00 del 31 ottobre 2021 e sarà valutata secondo l’ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori