Veneto: al via bandi per le imprese ittiche che hanno subito danni a causa del Covid

Le domande di contributo dovranno pervenire entro 60 giorni dalla pubblicazione dei  bandi nel BUR regionale. 

Mercato e Lavoro
La Giunta della Regione del Veneto ha approvato due delibere con cui si dà il via a due specifici bandi: uno volto a sostenere le imprese del settore dell’acquacoltura, che hanno sofferto a causa della emergenza sanitaria determinata dall’epidemia da Covid-19 e, l’altro, per promuovere interventi per lo sviluppo sostenibile dell’acquacoltura. Per entrambi i bandi, si tratta di interventi cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca.
Il bando che prevede un contributo alle imprese di pesca e di acquacoltura del Veneto per i danni subiti in tempo di Covid 19, mette a disposizione un finanziamento di circa 2 milioni e 118mila euro. Le imprese aventi diritto saranno ristorate attraverso la concessione di capitale circolante e la compensazione per la sospensione temporanea o la riduzione della produzione e delle vendite o per le spese supplementari di magazzinaggio verificatesi tra il 1 febbraio e il 31 dicembre 2020.
Per quanto riguarda il secondo bando, invece, approvato per valorizzare metodi di acquacoltura sostenibili, che permettano di conservare e migliorare sia l’ambiente che la biodiversità, nonché la gestione del paesaggio e delle caratteristiche tradizionali delle aree dedicate all’acquacoltura, si prevede un contributo alle imprese pari a circa 621mila euro.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori