Confcommercio: imprese e autonomi ancora in difficoltà

Confcommercio: "Rispetto a febbraio 2020 il numero di persone impegnate nel processo produttivo è ancora inferiore di 735mila unità".

Mercato e Lavoro
"È proseguito anche a maggio il graduale recupero dei livelli occupazionali. Il ritmo a cui procede questo processo è peraltro decisamente insufficiente per far ipotizzare, nel breve periodo, un avvicinamento ai livelli pre-crisi. Rispetto a febbraio 2020 il numero di persone impegnate nel processo produttivo è ancora inferiore di 735mila unità. Gran parte di questa minore occupazione è tra gli indipendenti (-427mila unità su febbraio 2020), segmento che continua a mostrare anche negli ultimi mesi una tendenza alla riduzione. Questi dati confermano lo stato di estrema difficoltà che ancora vivono molte imprese, soprattutto quelle di minori dimensioni, e il lavoro autonomo. Più in generale, rispetto ai massimi di aprile 2019 le forze di lavoro hanno perso circa un milione di unità, segno che rispetto ai livelli pre-crisi l’economia italiana è ben lontana dal girare a pieno ritmo".
Lo scrive l’Ufficio Studi di Confcommercio in una nota a commento dei dati Istat sull'occupazione in Italia.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori