Reggio Emilia: export, nuovo bando a sostegno delle Pmi

Con il nuovo bando salgono a 700.000 euro le risorse camerali per l’export direttamente assegnate alle imprese in poco più di otto mesi.

Mercato e Lavoro
E’ indirizzato alle micro, piccole e medie realtà produttive il nuovo bando con il quale la Camera di commercio di Reggio Emilia interviene a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese reggiane.
Una “dote” di 400.000 euro a fondo perduto che guarda alle imprese di minori dimensioni e sarà investibile per l’acquisizione di servizi orientati a sostenere l’avvio e lo sviluppo del commercio internazionale anche attraverso un più diffuso utilizzo delle tecnologie digitali.
Gli investimenti finanziabili con il nuovo bando camerale si riferiscono al periodo 1° giugno 2021 - 30 aprile 2022 e fanno riferimento ad una pluralità di azioni che vanno da percorsi di rafforzamento della presenza all’estero allo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero. Il primo ambito di attività riguarda sia l’ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri che lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di Temporary Export Manager (TEM) e di Digital Export Manager (DEM) in  affiancamento al personale aziendale per implementare la strategia commerciale sull’estero ed accrescere le capacità manageriali dell’impresa.
Particolare attenzione, poi, è dedicata allo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali che consistono nella realizzazione di “virtual matchmaking” ovvero nello sviluppo di incontri d’affari B2B virtuali con buyer internazionali, o riguardano l’avvio e sviluppo della gestione di business on line attraverso l’utilizzo ed il corretto posizionamento su piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali; possono, inoltre, riferirsi alla realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce, oppure riguardano la partecipazione a fiere virtuali e, laddove possibile, la partecipazione in presenza a fiere internazionali all’estero.
I voucher della Camera di commercio avranno un importo pari al 50% delle spese ammissibili, fino all’importo unitario massimo di 5.000 euro; è anche prevista una premialità pari a 250 euro per le imprese in possesso del rating di legalità.
Per accedere al contributo è necessario, in ogni caso, che gli interventi messi in atto dalle imprese abbiano un costo superiore ai 3.000 euro. Le domande di contributo, che potranno essere inviate a partire dal 14 giugno e fino al 30 luglio 2021 e saranno valutate in ordine cronologico d’arrivo, dovranno essere accompagnate dai preventivi di spesa o dalle fatture già emesse e, nel caso di TEM/DEM, dal curriculum del soggetto che affiancherà l’impresa e copia del contratto o proposta di incarico.
Le domande dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere - Servizi e-gov (completamente gratuito).
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Speciale

eCommerce e nuovi scenari

Calendario Tutto

Giu 29
F5 Adaptive Applications Series - Intelligence & Adaptive Application Security
Giu 29
AVM: La ripartenza digitale è un volano per la crescita delle aziende?

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori