Reggio Emilia: export, nuovo bando a sostegno delle Pmi

Con il nuovo bando salgono a 700.000 euro le risorse camerali per l’export direttamente assegnate alle imprese in poco più di otto mesi.

Mercato e Lavoro
E’ indirizzato alle micro, piccole e medie realtà produttive il nuovo bando con il quale la Camera di commercio di Reggio Emilia interviene a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese reggiane.
Una “dote” di 400.000 euro a fondo perduto che guarda alle imprese di minori dimensioni e sarà investibile per l’acquisizione di servizi orientati a sostenere l’avvio e lo sviluppo del commercio internazionale anche attraverso un più diffuso utilizzo delle tecnologie digitali.
Gli investimenti finanziabili con il nuovo bando camerale si riferiscono al periodo 1° giugno 2021 - 30 aprile 2022 e fanno riferimento ad una pluralità di azioni che vanno da percorsi di rafforzamento della presenza all’estero allo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero. Il primo ambito di attività riguarda sia l’ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri che lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di Temporary Export Manager (TEM) e di Digital Export Manager (DEM) in  affiancamento al personale aziendale per implementare la strategia commerciale sull’estero ed accrescere le capacità manageriali dell’impresa.
Particolare attenzione, poi, è dedicata allo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali che consistono nella realizzazione di “virtual matchmaking” ovvero nello sviluppo di incontri d’affari B2B virtuali con buyer internazionali, o riguardano l’avvio e sviluppo della gestione di business on line attraverso l’utilizzo ed il corretto posizionamento su piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali; possono, inoltre, riferirsi alla realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce, oppure riguardano la partecipazione a fiere virtuali e, laddove possibile, la partecipazione in presenza a fiere internazionali all’estero.
I voucher della Camera di commercio avranno un importo pari al 50% delle spese ammissibili, fino all’importo unitario massimo di 5.000 euro; è anche prevista una premialità pari a 250 euro per le imprese in possesso del rating di legalità.
Per accedere al contributo è necessario, in ogni caso, che gli interventi messi in atto dalle imprese abbiano un costo superiore ai 3.000 euro. Le domande di contributo, che potranno essere inviate a partire dal 14 giugno e fino al 30 luglio 2021 e saranno valutate in ordine cronologico d’arrivo, dovranno essere accompagnate dai preventivi di spesa o dalle fatture già emesse e, nel caso di TEM/DEM, dal curriculum del soggetto che affiancherà l’impresa e copia del contratto o proposta di incarico.
Le domande dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere - Servizi e-gov (completamente gratuito).
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Advanced Cluster Security: come si mette davvero al sicuro il cloud

Download

Le regole del multicloud

Speciale

Il digitale nella Sanità: nuove frontiere per nuove esigenze

Speciale

L’AI nelle aziende: intelligenza in crescita

Monografia

Cyber Security: l’azienda al sicuro

Calendario Tutto

Giu 30
Più semplice, veloce e sicura: scopri le novità della soluzione di Managed File Transfer GoAnywhere

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter