CNA: ad aprile aumenta l’occupazione tra artigiani e piccole imprese

CNA: "L’artigianato registra un +0,2% sull’anno scorso, il primo incremento dopo oltre dieci anni di continui assottigliamenti di questa platea d’imprese".

Mercato e Lavoro
Ad aprile l’occupazione nell’artigianato e nelle piccole imprese è cresciuta dello 0,4% rispetto al mese precedente. Un dato estremamente confortante, in linea con l’andamento nazionale dell’occupazione e con i numeri relativi alla nati-mortalità delle imprese che, per quanto riguarda l’artigianato, registra un +0,2% sull’anno scorso, il primo incremento dopo oltre dieci anni di continui assottigliamenti di questa platea d’imprese.
A rilevarlo l’Osservatorio lavoro CNA, curato dal Centro studi della Confederazione, che analizza a cadenza mensile le tendenze dell’occupazione nelle imprese artigiane, micro e piccole fin dal 2014, all’inizio della stagione di riforme che ha profondamente modificato il mercato del lavoro italiano.
"Per quanto riguarda i dati tendenziali, va osservato che ad aprile 2020 l’economia ha subito un tracollo storico e di conseguenza ogni dato economico relativo a tale mese va preso, come si dice, con le pinze. Premesso questo, tra aprile 2020 e aprile 2021 l’occupazione è cresciuta dell’1,9%. Le assunzioni (che ad aprile 2020 erano crollate: -81%) sono salite in dodici mesi del 287,5% mentre le cessazioni, “congelate” proprio a partire dall’aprile 2020, segnano un primo aumento tendenziale (+42,4%) dopo un anno trascorso con il segno negativo" scrive la CNA in una nota.
Che cosa ci si può attendere, ora, dal mercato del lavoro italiano con riguardo alle piccole imprese? "Il prosieguo della campagna vaccinale e il previsto passaggio in “zona bianca” di tutta Italia sono fattori sulla carta in grado di rafforzare ulteriormente le attuali tendenze, perlomeno nel breve termine. Il venir meno delle restrizioni negli spostamenti e l’incalzare della stagione estiva, vacanziera per eccellenza, dovrebbero a loro volta imprimere una forte spinta ai consumi consentendo alle imprese di confermare gli attuali posti di lavoro (salvaguardati finora dagli ammortizzatori sociali) e magari anche di procedere a nuove assunzioni, perlopiù stagionali. Un quadro che dovrebbe consentirci di affrontare con maggiore ottimismo la fine del divieto di licenziamento" conclude la CNA..
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Speciale

eCommerce e nuovi scenari

Calendario Tutto

Giu 29
F5 Adaptive Applications Series - Intelligence & Adaptive Application Security
Giu 29
AVM: La ripartenza digitale è un volano per la crescita delle aziende?

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori