Unioncamere e Federmeccanica insieme per ridurre il gap tra domanda e offerta di lavoro

Federico Visentin, Vice Presidente di Federmeccanica: "IoT (Internet delle cose), Cloud e Fog computing, robotica, stampanti 3D, Intelligenza Artificiale, Big Data sono sigle e acronimi che concorrono, tutti insieme, a definire la nuova fabbrica e il lavoro in azienda".

Mercato e Lavoro
Le imprese meccaniche fanno fatica a trovare il 40% dei lavoratori con qualifica professionale, quasi il 44% di diplomati con indirizzo specifico e addirittura due lavoratori su tre che abbiano completato i corsi degli Istituti tecnici superiori. Proprio per ridurre questo mismatch tra domanda e offerta di lavoro, Unioncamere e Federmeccanica hanno sottoscritto un nuovo Accordo quadro. Tre gli obiettivi del’intesa: offrire agli studenti percorsi di alternanza scuola lavoro di qualità; continuare il percorso di approfondimento delle competenze professionali più richieste dalle imprese metalmeccaniche, sperimentando un nuovo modello condiviso di attestazione; collaborare per la riduzione del gap tra domanda-offerta di lavoro e per agevolare la transizione scuola-lavoro.
L’Accordo stabilisce che Unioncamere e Federmeccanica si impegnino in attività di ricerca per l’elaborazione di strumenti di supporto a scuole e aziende per l’ideazione e realizzazione di percorsi di alternanza di qualità. In quest’ottica, fondamentale sarà l’analisi delle competenze richieste dalle imprese metalmeccaniche con particolare riferimento alle skill legate a Industria 4.0.  
Le attività a supporto dell’alternanza interesseranno anche docenti e tutor scolastici, con l’obiettivo di contribuire al potenziamento delle loro competenze per la progettazione dei percorsi scuola lavoro anche attraverso video formativi. Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata alla promozione del sistema duale, a partire dal potenziamento degli Istituti tecnici superiori e al contratto di apprendistato, considerati strumenti molto importanti per favorire l’ingresso di giovani preparati nelle aziende.
Infine, per ridurre il mismatch tra domanda e offerta di lavoro, Unioncamere e Federmeccanica intendono incrementare la collaborazione con gli attori locali e sviluppare servizi personalizzati di messa in rete dell’offerta di competenze e di sviluppo di esperienze utili ad accrescere la conoscenza del mercato del lavoro.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori