Emilia-Romagna, ristori per i settori cultura e cinema: bando da 2 milioni e 350 mila euro

Fra i comparti più colpiti dalla pandemia. Operatori e imprese potranno presentare domande on line dal 12 maggio al 4 giugno.

Mercato e Lavoro
Partono i ristori regionali per le imprese culturali, in particolare del settore spettacolo. La Regione Emilia-Romagna interviene con 2 milioni e 350 mila euro a sostegno del mondo della cultura duramente colpito dall’emergenza pandemica. Per le attività del settore dello spettacolo sono previsti 1 milione e 350 mila euro, mentre per il settore cinematograficolo stanziamento è di 1 milione di euro.Le domande di contributo dovranno essere presentate on line a partire dalle ore 10 del giorno 12 maggio 2021 e fino alle ore 12 del giorno 4 giugno 2021.Le indicazioni sulle modalità di presentazione della domanda sono disponibili sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna a partire dal 12 maggio.
Le misure sono comprese nel bando di oltre 13 milioni approvato dalla Giunta regionale, e rendono disponibile un contributo per coloro che abbiano vissuto e vivano momenti di difficoltà a causa delle chiusure dovute all’emergenza Covid.Per quanto riguarda l’area cultura, potranno beneficiarne isoggetti economici iscritti al Registro delle Imprese della Camera di commercio competente o al Repertorio Economico Amministrativo che, rispetto all’anno precedente, nel 2020 abbiano subito un calo superiore al 20% del valore dato dalla somma del fatturato e di finanziamenti pubblici ricevuti. 

I ristori per il settore cinematografico
Per le imprese del settore cinematografico, sono previsti contributi fino a 4.000 euro per ciascun operatore con sede legale in Emilia-Romagna che, in possesso di codice Ateco specificato nel bando, eserciti l’attività di programmazione cinematografica in sala o attività di distribuzione, con almeno un film lungometraggio in sala nel periodo tra il 20 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020.Sono ammesse al contributo anche imprese che si occupano di riparazione e manutenzione di apparecchiature ottiche, fotografiche e cinematografiche, il cui fatturato dell’anno 2019 sia prevalentemente composto da beni e servizi a favore delle sale cinematografiche. 

I ristori per il settore culturale
I soggetti economici dell’ambito culturale potranno beneficiare fino a 3.000 eurociascuno se, avendo sede legale o unità locale in Emilia-Romagna, svolgono attività di registrazione sonora ed editoria musicale, gestione di edizione e studi di registrazioni sonore;  producono spettacoli dal vivo; gestiscono sale teatrali con attività di programmazione nell’ambito dello spettacolo dal vivo o spazi adibiti alla musica dal vivo/live clubs; organizzano festival o rassegne che siano giunti nel 2020 almeno alla terza edizione; organizzano concerti o live events o svolgono attività di booking o di intermediazione di concerti, curano management e consulenza artisti.
Inoltre, sono previsti contributi anche a chi fornisce noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli e servizi ausiliari del settore spettacolo, e a coloro che hanno svolto attività didattica nell’ambito dello spettacolo dal vivo per l’anno scolastico 2019/2020, per corsi di danza e altra formazione culturale.

Il bando  è disponibile sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna. 
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Speciale

eCommerce e nuovi scenari

Calendario Tutto

Giu 29
F5 Adaptive Applications Series - Intelligence & Adaptive Application Security
Giu 29
AVM: La ripartenza digitale è un volano per la crescita delle aziende?

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori