Covid-19: contributi per le imprese del turismo della Tuscia

L’intento è quello di dare il massimo supporto alle imprese nel fronteggiare le conseguenze economiche determinate dalla pandemia.

Mercato e Lavoro
Considerato l’aggravamento della situazione sanitaria delle ultime settimane e il protrarsi dello stato di emergenza legato alla pandemia Covid-19 la Camera di commercio di Viterbo ha riaperto i termini per la presentazione delle domande del Bando “Rilancio del turismo nella Tuscia”. La nuova scadenza è il 30 novembre 2020 (entro le ore 21). 
Il bando, realizzato con il contributo di Unioncamere Lazio, si rivolge alle imprese della provincia di Viterbo che operano nel settore dell'ospitalità  e agli esercenti delle attività di ristorazione e somministrazione e prevede dei  voucher  a fondo perduto nei seguenti ambiti di intervento: formazione e assistenza tecnica sui temi della riapertura o della gestione turistica in generale (nuove regole, coaching, relazione con la clientela, certificazioni, innovazioni digitali); acquisto di materiali e servizi per la sanificazione (Barriere protettive), messa in sicurezza dei luoghi di lavoro e servizi aperti al pubblico, adeguamento alla normativa e regolamenti nazionali, regionali e comunali; servizi di comunicazione e di marketing; pacchetti di turismo esperienziale sottoscritti con le imprese aderenti al progetto “Tuscia Experience” promosso dalla Camera di Commercio visualizzabili sul sito www.tusciawelcome.it.
I voucher hanno un importo unitario massimo di 3mila euro. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili.
Il bando e la relativa modulistica sono disponibili nella sezione “Bando PITC” del sito: www.vt.camcom.it.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori