Microinnovazione digitale: in arrivo 10 milioni di euro per le Pmi toscane

Il bando prevede tra l'altro la concessione di un contributo a fondo perduto per l'acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione.

Mercato e Lavoro
La Regione Toscana ha approvato un bando per favorire i processi di micro-innovazione digitale delle imprese toscane: a tal fine è stato aggiornato il Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane, inserendo una specifica sezione sui servizi digitali e tutta una serie di indicazioni orientative circa le caratteristiche di alcuni servizi di supporto alla trasformazione digitale.
Il bando mette a disposizione 10 mln di euro, 8 per manufatturiero e 2 per settore turismo. La domanda può essere presentata da micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata quale ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) e Consorzi, compresi liberi professionisti.
La istanza deve prevedere almeno una di queste attività: acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione; acquisizione di servizi di sostegno all'innovazione compreso i canoni relativi all’uso di piattaforme software; acquisizione di personale altamente qualificato.
L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto ed erogato sotto forma di voucher. Il costo totale del progetto deve essere compreso tra i 7.500 ed i 100mila euro.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori