Panasonic PT-RZ990: nuovi proiettori laser per gli spazi espositivi

La linea Panasonic PT-RZ990 è pensata per applicazioni "intensive" in spazi che sono di norma ampi e molto illuminati

Tecnologie
Panasonic ha lanciato una nuova gamma di proiettori laser, siglata PT-RZ990. Si tratta di una famiglia di proiettori DLP a 1 chip pensati per gli spazi espositivi. In particolare per applicazioni con una visualizzazione continua, che devono operare il più possibile senza interventi di manutenzione. La serie PT-RZ990 comprende quattro differenti proiettori, con risoluzione WUXGA e con potenza luminosa fino a 10.000 lumen, che saranno disponibili sul mercato a partire da agosto 2020.

La specifica destinazione d'uso - spazi che sono di norma ampi e molto illuminati - ha portato per la serie PT-RZ990 alla integrazione di funzioni altrettanto mirate. Tra queste, secondo Panasonic, la capacità di riprodurre colori purissimi e di modulare con precisione l’output della sorgente luminosa, anche in funzione della luminosità d’ambiente.

Nelle applicazioni museali/espositive i proiettori spesso sono installati in luoghi di difficilmente accessibili. Per questo la serie PT-RZ990 è stata progettata per garantire 20.000 ore di funzionamento senza che sia necessario alcun intervento di manutenzione. E integra un engine ottico con un design progettato per il massimo isolamento dalla polvere e dallo sporco. La proiezione delle immagini viene mantenuta costante da un circuito di ridondanza, nell’eventualità che un diodo laser si guasti.
panasonic pt rz990 retroAl di là delle caratteristiche di affidabilità dei singoli proiettori, questi possono essere configurati per la commutazione istantanea su un segnale di ingresso di backup. In caso di problemi sui segnali video, questo garantisce un passaggio impercettibile dalla sorgente principale a quella secondaria.

Panasonic ha anche lavorato sulla semplicità di installazione e di realizzazione di particolari configurazioni creative. I proiettori PT-RZ990 possono ad esempio essere controllati e regolati in wireless grazie all’app Smart Projector Control, che offre numerose funzionalità da smartphone in alternativa al telecomando. I proiettori supportano l’ingresso del segnale video in 4K/60p non compresso via HDMI o DigitaL Link. I segnali video e di controllo possono essere veicolati in HDBase-T via porta LAN o via DigitaL Link.

La disponibilità di una gamma di 11 lenti opzionali permette vari tipi di configurazioni. Semplificate da varie funzioni di correzione automatica delle immagini, edge blending e color matching nelle installazioni in multiproiezione.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori