ServiceNow Contact Tracing app, l’app per il tracciamento dei contatti, con capacità di screening medico

Una nuova per il tracciamento dei contatti, già disponibile, per aiutare le aziende a mantenere i luoghi di lavoro sicuri, identificando i dipendenti potenzialmente esposti al rischio di contagio facendo leva sui dati

Trasformazione Digitale
Gestire il ritorno dei dipendenti sul luogo di lavoro in maniera sicura: oggi lo si può fare con ServiceNow Safe Workplace app, l’applicazione che in sole quattro settimane dal lancio iniziale è stata adottata da circa 400 organizzazioni nel mondo per  oltre 1.600 installazioni. Tra queste aziende, Uber, Coca Cola European Partners, lo Stato del Nord Carolina, BankUnited e AmeriGas.
E' continuo l'impegno di ServiceNow nell’aiutare le aziende a gestire e preparare i luoghi di lavoro e i dipendenti: “La salute e la sicurezza del personale sono la nostra priorità e stimiamo che l’utilizzo di Safe Workplace app aiuti le aziende a raggiungere 1 milione di dollari in produttività ogni 10.000 dipendenti, questo grazie a un’architettura di worflow e un modello di dati che accelerano gli sforzi compiuti per essere pronti, mantenendo intatta la business continuity. Considerando anche la natura dinamica della pandemia di COVID-19, le release saranno aggiornate due volte al mese per soddisfare le esigenze in continuo mutamento”, ha dichiarato CJ Desai, Chief Product Officer ServiceNow.servicenow
CJ Desai, Chief Product Officer ServiceNow
Ecco Contact Tracing
E in questo contesto che si inserisce Contact Tracing app, una nuova app per il tracciamento dei contatti, già disponibile, che aiuterà le aziende a mantenere i luoghi di lavoro sicuri, identificando i dipendenti potenzialmente esposti al rischio di contagio in base ai dati.
L’app è in grado inoltre di svolgere altre attività come la valutazione dei dipendenti tramite interviste, le sanificazioni e l’eventuale chiusura delle sedi, aiutando a valutare il rischio di rimanere aperti in base ai trend di esposizione, consultabili attraverso la dashboard di Safe Workplace. Per identificare i dipendenti che potrebbero essere stati in contatto con persone infette, l’app si avvale di una serie di fonti di dati, che valutano i dipendenti che hanno condiviso gli stessi ambienti, i partecipanti agli stessi meeting e le scansioni dei badge o i log del personale. Le aziende possono configurare le informazioni raccolte e utilizzate per assicurare che siano in linea con le policy e le leggi a riguardo della protezione dei dati.
contact tracing app
Inoltre, grazie a Employee Health Verification, i dipendenti sono ora in grado di fornire risposte a domande di screening medico in maniera autonoma e ottenere l’autorizzazione a entrare in azienda prima di uscire di casa. Milgliorata altresì Workplace Safety Management app, per fornire ai dipendenti l’abilità di effettuare prenotazioni singole o su più giorni degli spazi di lavoro, utilizzando una mappa visiva dei piani per migliorare la facilità e la comodità dell’esperienza.
“D’altronde, la promessa di ServiceNow è 'making the world of work, work better for people' e attraverso update regolari ci impegneremo a erogare workflow out-of-the-box per aiutare i nostri clienti a far in modo che il ritorno sui luoghi di lavoro sia facile per tutti”, ha concluso CJ Desai, Chief Product Officer ServiceNow
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori