Rittal VX IT è il nuovo rack modulare che si configura online

Un modello virtuale 3D permette di configurare il nuovo rack Rittal VX IT e seguirne tutte le fasi di implementazione.

Industria 4.0
Rittal ha annunciato la disponibilità di VX IT, un nuovo rack modulare per server e network. Permette una veloce configurazione delle infrastrutture IT, sia che si tratti di singoli rack che di data center completi. Grazie al configuratore online, si può realizzare una configurazione personalizzata in pochi passaggi.

È proprio il configuratore una delle maggiori novità. È ideato appositamente per guidare l'utente passo-passo nella selezione dei componenti ed esegue anche un controllo di compatibilità. Racchiude tutto il potenziale della digitalizzazione nelle fasi di selezione, configurazione, ordine e consegna. Il modello 3D viene creato gradualmente, corredato anche con gli accessori scelti.

Sul fronte della compatibilità, VX IT è compatibile con i sistemi Rittal RiMatrix esistenti e con le altre infrastrutture IT realizzate con i componenti Rittal. È quindi possibile sia sostituire i singoli componenti di un sistema già esistente, sia espandere i data center già in essere. Nel secondo caso, si potranno introdurre i nuovi VX IT e utilizzare i componenti Rimatrix per il raffreddamento, la distribuzione di energia e il monitoraggio.
rittal1Novità interessanti riguardano anche il fronte dell'assemblaggio. VX IT si assembla senza l’ausilio di strumenti. Sfrutta infatti la tecnologia "snap-in" per risparmiare tempo: le unità rack e gli indici di posizionamento sono contrassegnati, così da semplificare l'impostazione delle distanze e l’assemblaggio degli apparati.

I pannelli laterali e del tetto si fissano in modo semplice rapido mediante dispositivi di fissaggio a scatto e ausili di posizionamento. Questa struttura agevola le operazioni di installazione e manutenzione. Un'altra caratteristica chiave di VX IT è che il design del telaio rende più stabile il rack verticalmente rispetto ai predecessori.

La capacità di carico è stata verificata sia secondo procedure interne nei laboratori Rittal che secondo le disposizioni di Underwriters Laboratories (UL). Sono disponibili due varianti: quella standard che consente un carico statico di 1.500 kg secondo la procedura di prova Rittal o 1.200 kg secondo la certificazione UL. Quella dinamica consente invece un carico di 1.800 kg secondo le procedure di prova Rittal o di 1.500 kg secondo la certificazione UL.
rittal2A proposito di test, tutte le varianti VX IT progettate con il configuratore sono già state testate e certificate con tutti i loro componenti in conformità agli standard internazionali come UL 2416, IEC 60950 e IEC 62368. Per questo il cliente non necessita di alcuna certificazione aggiuntiva per il sistema configurato.

Fra gli accessori aggiuntivi disponibili ci sono una striscia a LED per visualizzare lo stato di esercizio, ripiani pull-out ed elementi di gestione dei cavi. Presenti inoltre soluzioni per il monitoraggio, l'alimentazione e la gestione degli apparati. In più si possono avere PDU, sistemi UPS, sistemi di raffreddamento IT e soluzioni di monitoraggio, oltre ai moduli per la rilevazione e l'estinzione degli incendi.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori