"Solidarietà digitale" in via di ridefinizione a seguito dell'ampliamento della zona rossa

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione sta lavorando per ridefinire i servizi che erano stati proposti ai cittadini delle zone rosse e le modalità di fruizione.

Mercato e Lavoro
A seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 che estende le zone soggette a restrizioni per le misure di emergenza sanitaria a contrasto della diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2) a tutto il territorio italiano, il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ha annunciato che il progetto "Solidarietà digitale" sarà rivisto.
"Alla luce delle novità stiamo dialogando con le aziende, le associazioni, le start-up che hanno risposto all’iniziativa promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, per ridefinire i servizi e le soluzioni innovative proposti e le modalità di fruizione" si legge in una nota del Ministero.
"Solidarietà digitale" è l’iniziativa messa in campo dal 
Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale, che mirava a ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni come quelle del lodigiano. Tuttavia a seguito dell'ampliamento della zona rossa a tutta Italia si è reso necessario rivedere il progetto. 
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori