Logo ImpresaCity.it

Commercio, Confesercenti: dati Istat confermano che Black Friday paralizza le vendite

Confesercenti: "I giganti del web e della distribuzione investono ogni anno molte risorse per pubblicizzare il Black Friday e gli altri eventi promozionali. Una battaglia tra grandi realtà che rischia di schiacciare i negozi indipendenti".

Redazione Impresacity

"Il Black Friday non dà una spinta al commercio, anzi: come confermano i dati di novembre rilasciati oggi dall’Istat, l’attesa per la giornata di sconti paralizza le vendite. Ed il fenomeno non si limita alla nuova usanza del Venerdì Nero: in generale, l’eccesso di promozioni – in certi casi anche poco chiare – confonde i consumatori e danneggia in modo particolare le imprese più piccole, costrette a ridurre i margini per inseguire i colossi".
Così Confesercenti commenta i dati sulle vendite del commercio al dettaglio diramati dall’Istituto nazionale di statistica.
"I giganti del web e della distribuzione investono ogni anno molte risorse per pubblicizzare il Black Friday e gli altri eventi promozionali. Una battaglia tra grandi realtà che rischia di schiacciare i negozi indipendenti, che non hanno le risorse né per condurre campagne pubblicitarie nazionali né per vendere tutto il magazzino a prezzi scontati: la stessa Istat, infatti, certifica che la crescita dei consumi su base annuale è dovuta quasi completamente a web e GDO. In particolare, le vendite nella Grande distribuzione organizzata hanno avuto incrementi nel mese di novembre del 3,3% mentre i negozi tradizionali hanno registrato una flessione del -1,4: un gap del 4,7%, il più consistente del 2019".
"A perderci, però, non sono solo i negozi, ma anche i consumatori: al contrario dei saldi, che sono normati in ogni loro aspetto, dalla composizione delle vetrine alle indicazioni dei prezzi originali e degli sconti praticati sull’etichetta, le altre promozioni sono quasi del tutto deregolamentate. Il risultato è una mancanza di trasparenza che non può che confondere anche i clienti. Per questo, riteniamo opportuno che si inizi a riflettere sulla bulimia di sconti che ha investito il mercato. In altri Paesi lo stanno facendo: in Francia si è proposto addirittura di vietare il Black Friday. Una posizione forse eccessiva, ma che dimostra la necessità di avere più regole, a vantaggio dei consumatori e a tutela della concorrenza tra piccole e grandi imprese" conclude l'associazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 13/01/2020

Tag:

Speciali

Speciali

World Backup Day 2020

Speciale

Il coronavirus e il mondo IT