Logo ImpresaCity.it

Amazon e ICE insieme a sostegno del Made in Italy

Agenzia ICE e Amazon stringono una nuova intesa per sostenere le piccole e medie imprese, aiutandole ad esportare, raggiungere nuovi clienti e sviluppare il proprio business

Redazione Impresacity

È stata firmata oggi un’intesa tra Amazon e ICE Agenzia per sostenere le piccole e medie imprese italiane a sviluppare le vendite e promuovere la cultura e l’imprenditorialità italiana in Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Stati Uniti.
L’accordo prevede la realizzazione di un piano di sviluppo per l’inserimento di nuove aziende e dei loro prodotti nella vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al Made in Italy, per la formazione ed il supporto alle aziende nelle vendite online, e per attività di marketing che promuovano i prodotti ed accrescano le vendite all’estero.
Amazon e ICE Agenzia supporteranno almeno 600 nuove aziende, principalmente piccole e medie imprese con sede legale in Italia e marchi che rispettano i requisiti del Made in Italy, che saranno inserite all’interno della vetrina Made in Italy di Amazon.
La collaborazione aiuterà queste nuove imprese ad avere visibilità sui loro oltre 12.000 nuovi prodotti disponibili su diversi siti globali di Amazon, tra cui Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es e Amazon.com.
Le aziende interessate riceveranno, inoltre, supporto attraverso eventi di formazione offline (eventi, roadshow) e online (webinar) guidati dalla presenza di esperti di Amazon. Inoltre, Amazon fornirà l’accesso a materiali consultabili online su come sviluppare al meglio il percorso di vendita online.
“Le nuove linee di indirizzo di Agenzia ICE – sottolinea Carlo Ferro, Presidente dell’Agenzia ICE – pongono fra le priorità sia le PMI sia i servizi per accelerare l’adozione dei processi digitali a supporto dell’export. Questo accordo è un primo step nella direzione di ridurre il gap di accesso all’export on-line per le PMI italiane. È un progetto che abbiamo calibrato sulle piccole e medie imprese con un focus specifico sulle aziende che ancora non esportano. Contiamo di coinvolgere almeno 600 PMI offrendo loro traffico, visibilità e vendite in 5 aree geografiche  tra le più importanti dell’e-commerce occidentale. Altre iniziative seguiranno per offrire alle imprese un ‘menu’ di soluzioni customizzate per accelerare il commercio online in tutte le principali aree geografiche”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 07/05/2019

Tag:

Speciali

Download

Gestire la sicurezza alla convergenza tra IT e OT

Speciali

La sanità alla prova della trasformazione digitale