Italia Startup Visa: raggiunta quota 400 candidati

Il programma ha introdotto una procedura interamente rinnovata ai fini della concessione dei visti di ingresso per lavoro autonomo a cittadini non UE che intendono avviare, individualmente o in team, una startup innovativa nel nostro Paese.

Mercato e Lavoro
È online il nuovo rapporto trimestrale sul programmaItalia Startup Visa, che prevede un visto “smart” per gli imprenditori non UE che intendono trasferirsi in Italia per avviare una startup innovativa.
Al 31 marzo 2019 sono434le candidature ricevute, provenienti da 400 cittadini di47 Paesi. La Russia continua a guidare la classifica dei Paesi più rappresentati, in termini sia di domande pervenute (90) che approvate (71).
Le candidature, inviate secondo una procedura fortemente semplificata – online, bilingue e accelerata (durata massima di 30 giorni) – rispetto a quella ordinaria, sono valutate dal punto di vista della fattibilità e del carattere innovativo del progetto da un Comitato di esperti, composto da rappresentanti delle principali associazioni dell’ecosistema nazionale dell’innovazione.
Ad oggi 230 candidature hanno ottenuto il parere favorevole del Comitato, per un tasso di approvazione del 53%. Gli imprenditori che hanno ricevuto una valutazione positiva sono relativamente giovani (33 anni di media) e altamente qualificati: il92% ha una laurea, per lo più in ingegneria o in altre discipline scientifiche o economiche.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori