L'Istat rivede al rialzo il Pil 2017 e 2018

Una nuova stima del Pil ha come risultato una revisione verso l'alto del Pil nominale di circa 3,2 miliardi nel 2017 e circa 3,0 nel 2018.

Mercato e Lavoro
L’Istat ha pubblicato una nuova versione dei dati relativi ai conti economici nazionali e al conto delle Amministrazioni pubbliche (AP) per il 2017 e 2018, con una revisione rispetto a quelle diffuse, rispettivamente, il 1° marzo scorso (per il Pil) e il 3 aprile scorso (per il conto delle AP).
La nuova stima ha come risultato una revisione verso l’alto del PIl nominale di circa 3,2 miliardi nel 2017 e circa 3,0 nel 2018. Il tasso di variazione del Pil nominale relativo al 2017 è ora pari a +2,2% (in precedenza +2,0%), ma è da considerare che poiché il livello del 2016 non è stato ancora rivisto, il tasso di variazione è attualmente influenzato da una discontinuità. Questa verrà superata con la revisione straordinaria della contabilità nazionale prevista per il prossimo settembre.
Riguardo ai conti delle Amministrazioni pubbliche, le modifiche del perimetro del settore danno luogo a una lievissima riduzione del livello dell’indebitamento netto il quale, in termini di rapporto con il Pil, resta invariato rispetto alle stime precedenti (2,4% nel 2017 e 2,1% nel 2018).
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori