Ferrara: alternanza scuola-lavoro, incentivi alle imprese che ospitano studenti

Le imprese ferraresi segnalano difficoltà di reperimento per diplomati in Grafica e comunicazione, Informatica e telecomunicazioni, Produzioni industriali e artigianali.

Mercato e Lavoro
Contributi alle imprese e agli enti ferraresi che ospitano studenti in alternanza scuola-lavoro: da martedì 12 febbraio è possibile richiederli partecipando al bando della Camera di commercio di Ferrara. 
A disposizione di ciascun imprenditore voucher da 300 euro (da 1 a 2 studenti), 500 euro (da 3 a 4 studenti), 800 euro (da 5 a 6 studenti) e 1000 euro (oltre 7 studenti) nel periodo compreso tra il 1° settembre 2018 e il 30 settembre 2019, fino ad un massimo di 2.500 euro per impresa/ente richiedente.
"La misura prevede uno stanziamento complessivo pari a 74mila euro per questa annualità - spiegaPaolo Govoni, presidente della Camera di commercio di Ferrara - con una dotazione delle risorse disponibili che ammonta a 150mila euro per il triennio 2017-2019. L’intento – prosegue il presidente - è sostenere la disponibilità manifestata da tante nostre imprese nel formare giovani studenti attraverso percorsi di alternanza scuola-lavoro, rendendone di fatto possibile la realizzazione, che la legge sulla Buona Scuola ha reso obbligatoria. Aprire le porte agli studenti è un esempio concreto di responsabilità sociale, che va sicuramente incoraggiato, ma non deve esser dato per scontato: il supporto della Camera di commercio vuole essere un riconoscimento per questo impegno e un sostegno per le spese che le imprese affrontano, ad esempio, per la qualificazione dei tutor aziendali, per l’adeguamento per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro o per lo sviluppo di strumenti per la valutazione dell’apprendimento”.
Tra le novità del 2019 la realizzazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro anche mediante laformula del Project Work o dell’Impresa Formativa Simulata, una metodologia innovativa di lavoro che permette agli studenti delle classe coinvolte di simulare le funzionalità di un’azienda e di lavorare insieme, dal concept di un’idea fino al suo lancio sul mercato, mettendo in atto  le  strategie più efficaci per raggiungere l’obiettivo.
Se i più richiesti dalle imprese dell’industria e dei servizi nel corso del 2018 sono i diplomati in Amministrazione e marketing, Turismo, enogastronomia e ospitalità, Meccanica, meccatronica ed energia, quelli per i quali le imprese segnalano difficoltà di reperimento superiori alla media sono soprattutto i diplomati in Grafica e comunicazione, Informatica e telecomunicazioni, Produzioni industriali e artigianali.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori