Logo ImpresaCity.it

Sicilia: al via un bando per la digitalizzazione delle imprese

Con il bando si mira a finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher), progetti realizzati nell’ambito di una serie di misure di innovazione tecnologica.

Redazione Impresacity

La Camera di Commercio di Catania Ragusa Siracusa della Sicilia orientale ha approvato l'iniziativa "Bando voucher digitali I4.0-Anno 2018", al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso:
  • la diffusione della "cultura digitale" tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale;
  • l'innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
  • il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.01 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai costituendi PID.
Le risorse disponibili per il presente bando ammontano complessivamente a 600.000,00 euro.

A chi è rivolto
Le micro piccole e medie imprese (MPMI) aventi sede legale e/o unità locali – almeno al momento della liquidazione - nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Catania Ragusa Siracusa della Sicilia orientale.

Obiettivi
Promuovere l'utilizzo da parte delle MPMI di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0 e, al tempo stesso, stimolare la domanda da parte delle imprese di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall'applicazione di tecnologie I4.0

Caratteristiche del contributo
Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher
Investimento minimo Importo contributo massimo
 2.000,00  10.000,00

L'intensità del contributo è pari al 50% dei costi ammissibili.N.B. - I costi sostenuti dall'impresa possono anche essere superiori ad € 20.000,00 ma il voucher massimo che può essere concesso non potrà superare i 10.000,00 euro.

Spese ammissibili
  • per servizi di consulenza/formazione, da sostenere in modo obbligatorio, relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all'art. 2 del presente Bando erogati dai fornitori descritti nell'art. 6;
  • per l'acquisto di beni e servizi nel limite massimo del 40% del valore complessivo del progetto, funzionali all'acquisizione delle tecnologie abilitanti elencate nel comma 1 dell'articolo 2 del presente bando.
Per tutte le informazioni si può consultare il bando a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 22/11/2018

Tag:

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo