Logo ImpresaCity.it

Udine, voucher digitali I4.0 per le Pmi

L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto nella percentuale massima del 70%.

Redazione Impresacity

La Camera di Commercio di Udine ha approvato i nuovi Voucher digitali I4.0 a favore delle imprese udinesi con l’obiettivo di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle pmi di tutti i settori economici.
Sono ammissibili a finanziamento esclusivamente:
  • le spese sostenute per l’acquisizione di servizi  di consulenza relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando;
  • le spese sostenute per l’acquisizione di percorsi di formazione con durata minima di 40 ore, esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 3, comma 2, Elenco 1 del Bando.
Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono:
Elenco 1: in relazione  ai servizi di consulenza e di formazione:  utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:
  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • big data e analytics
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc)
Elenco 2: limitatamente ai servizi di consulenza: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, e secondo quanto previsto nel “Piano di innovazione digitale dell’impresa”:
  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • system integration applicata all’automazione dei processi
Potrà essere ammessa a finanziamento solamente una domanda di contributo per ciascuna impresa.Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute - fatturate e pagate - dall’impresa beneficiaria, giustificate da fatture o da documenti probatori equivalenti regolarmente emessi agli effetti fiscali , pagati nel rispetto della normativa vigente, nonché debitamente quietanzati, dopo la presentazione della domanda di contributo ed entro il termine massimo previsto per la rendicontazione.Intensità del contributo
L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per l’acquisizione di servizi di cui all’art. 6 del presente Bando nella percentuale massima del 70% e precisamente:
  • Voucher “A” dell’importo di euro 5.000,00 (al lordo delle ritenute di legge) a fronte di una spesa minima ammissibile a finanziamento pari ad  euro 7.142.86, IVA esclusa, regolarmente fatturata;
  • Voucher “B” dell’importo di euro 10.000,00 (al lordo delle ritenute di legge) a fronte di una spesa minima ammissibile a finanziamento pari ad euro 14.285,72, IVA esclusa, regolarmente fatturata
Il contributo concesso con il presente bando non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le stesse iniziative e le medesime speseScadenza e modalità di presentazione delle domande
Le imprese interessate presentano un’unica domanda di contributo in bollo alla CCIAA di Udine, utilizzando, a pena di inammissibilità, la modulistica allegata al presente bando, pubblicata sul sito camerale.
La domanda dovrà essere presentata entro il 05/11/2018.

Per tutte le informazioni sul bando cliccare qui.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 11/10/2018

Tag:

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito