Logo ImpresaCity.it

Pistoia: al via contributi digitali I4.0

Il contributo coprirà il 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute.

Redazione Impresacity

La Camera di commercio di Pistoia nell'ambito del progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese, di tutti i settori economici, ha adottato il Bando per l’erogazione di contributi digitali I4.0 volto a: 
• promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0. 
• stimolare la domanda da parte delle imprese del territorio della Camera di commercio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0. 
La dotazione finanziaria è pari a 105.000 euro
Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Disciplinare le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese che risultano:
  • avere sede legale e/o unità operativa nella provincia di Pistoia;
  • essere iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pistoia e attive;
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non avere in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Pistoia, ai sensi dell'art.4, comma 6 del D.L. 6.7.2012, n°95 (convertito nella L. 7.8.2012, n.135)
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n.159
 per progetti di investimento che possono essere già conclusi, in via di conclusione o da iniziare.

Il contributo avrà un importo massimo di Euro 7.000, oltre la premialità per quelle imprese in possesso del rating di legalità. L’investimento minimo ammesso è pari a 3.000 euro. Il contributo coprirà il 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute sarà erogato con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo a fondo perduto.
Per spese sostenute a partire dal 1 Gennaio 2018 fino al 180° giorno successivo alla data della comunicazione di concessione del contributo.
Pubblicato il: 09/10/2018

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce