Logo ImpresaCity.it

Crescita annua del 4,4% per i prezzi alla produzione dell’industria

Prezzi produzione: industria ad agosto +0,4%, costruzioni invariato su mese; servizi II trim 2018 +0,5% su I trim 2018.

Redazione Impresacity

Ad agosto 2018 l'Isat stima un aumento congiunturale dello 0,4% dell’indice dei prezzi alla produzione dell’industria. Su base annua si registra una crescita del 4,4%. Sul mercato interno, i prezzi alla produzione dell’industria aumentano dello 0,5% su luglio 2018 e del 5,1% su base annua.
Al netto del comparto energetico, la crescita congiunturale è solo di poco positiva (+0,1%) e si riduce in misura ampia l’incremento tendenziale (+1,2%).
Sul mercato estero, la dinamica congiunturale è nulla, sintesi di una variazione positiva (+0,1%) per l’area euro e di una variazione negativa (-0,1%) per quella non euro. Su base annua si registra un aumento del 2,2% (+2,0% per l’area euro e +2,4% per quella non euro).
Nell’ultimo trimestre (giugno–agosto 2018) si stima un incremento dei prezzi alla produzione dell’1,8% sul trimestre precedente. La dinamica congiunturale dei prezzi è più sostenuta sul mercato interno (+2,1%) rispetto a quello estero (+0,6%).
Il settore manifatturiero che ad agosto si caratterizza per il più ampio aumento tendenziale è la fabbricazione di prodotti petroliferi raffinati (+16,8% sul mercato interno, +42,8% in area euro e +32,8% in area non euro). In diminuzione, sul mercato interno, il settore della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (-1,1%); sul mercato estero area euro, la flessione più marcata si registra per il settore dei prodotti farmaceutici (-1,1%); il settore della fabbricazione di mezzi di trasporto mostra la flessione maggiore in area non euro (-1,6%).
Nel settore delle costruzioni, i prezzi alla produzione degli edifici residenziali segnano, ad agosto, una variazione nulla. Su base annua si stima un aumento dell’1,8%.
Nel secondo trimestre 2018 si stima che l’indice totale dei prezzi alla produzione dei servizi aumenti dello 0,5% sul trimestre precedente e dell’1,4% su base annua. I settori che registrano gli aumenti tendenziali più ampi sono i servizi di architettura e ingegneria (+4,9%) e quelli del trasporto di merci su strada (+2,6%); la flessione tendenziale più elevata si rileva per il magazzinaggio e custodia (-2,2%).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 27/09/2018

Tag:

Speciali

Download

Gestire la sicurezza alla convergenza tra IT e OT

Speciali

La sanità alla prova della trasformazione digitale