Logo ImpresaCity.it

Congiuntura Confcommercio: crescita ferma a giugno

Il clima di fiducia delle imprese manifatturiere è rimasto stabile, mentre c'è stato un netto miglioramento del sentiment delle imprese al dettaglio.

Redazione Impresacity

In base ai dati analizzati dall'Ufficio studi di Confcommercio, la produzione industriale ha registrato ad aprile, al netto dei fattori stagionali, una diminuzione dell'1,2% su base mensile, aumentando però su base annuale dell'1,9%.
L'occupazione ha presentato, nello stesso mese, una crescita congiunturale dello 0,3%, e del'1,4% su base annua.
A maggio il sentiment delle famiglie ha avuto un netto peggioramento con una diminuzione del 2,7% (m/m), mentre il clima di fiducia delle imprese manifatturiere è rimasto stabile nello stesso periodo.
Significativo è risultato, invece, il miglioramento del sentiment delle imprese al dettaglio che ha registrato una crescita del 2,3% (m/m).
In linea con queste indicazioni, si stima, per giugno 2018, una variazione congiunturale nulla del PIL mensile e una variazione tendenziale dello 0,9% (1,0% a maggio), confermando un ulteriore rallentamento rispetto al primo trimestre. Nel secondo trimestre 2018 si prevede una crescita nulla del PIL in termini congiunturali, mentre il tasso di crescita tendenziale si attesterebbe all'1,0%.
Le incertezze che caratterizzano il quadro congiunturale, associate ad un ampliamento dell'area del disagio sociale hanno contribuito a mantenere un profilo molto contenuto della domanda da parte delle famiglie. A maggio 2018 l'indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) ha registrato un aumento dello 0,1% sia in termini congiunturali, sia nei confronti dello stesso mese del 2017.
Pubblicato il: 14/06/2018

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud