Commercio estero: Unimpresa, imprese italiane hanno bisogno nuovi stimoli

Il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara: "Le aziende italiane vanno aiutate con nuovi stimoli sia sul versante fiscale sia su quello delle infrastrutture sia su quello dei rapporti anche sul piano diplomatico”.

Mercato e Lavoro
“L’export continua a rappresentare una fetta positiva dell’economia italiana, un settore che spesso fa da traino alla crescita e constatare che, nonostante anni di profonda crisi interna e internazionale, il made in Italy continui a essere apprezzato è importante. Proprio per questo motivo, siamo convinti che le aziende italiane, che a nostro giudizio, hanno ancora enormi prospettive di crescita nelle vendite all’estero, vanno aiutate con nuovi stimoli sia sul versante fiscale sia su quello delle infrastrutture sia su quello dei rapporti anche sul piano diplomatico”.

Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara, commentando i dati Istat relativi al commercio estero. “Non a caso, Unimpresa da anni è impegnata su questo fronte, con iniziative, missioni all’estero, programmi di formazione” aggiunge Ferrara.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori