Logo ImpresaCity.it

Osservatorio precariato Inps: in crescita tutte le tipologie contrattuali

In aumento anche le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato (83mila), che registrano una crescita del 79,5% rispetto a gennaio-febbraio 20172017.

Redazione Impresacity

Sono stati pubblicati i dati di febbraio 2018 dell’Osservatorio sul precariato dell'Inps secondo i quali le assunzioni nel settore privato, nel periodo gennaio-febbraio 2018, sono state 1.139mila: in aumento del 19,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita tutte le tipologie contrattuali: contratti a tempo indeterminato +8,4%, contratti di apprendistato +23,2%, contratti a tempo determinato +15,2%, contratti stagionali +12,2%, contratti in somministrazione +26,5% e contratti intermittenti +85,3%.

Nei primi due mesi dell’anno è confermato un forte aumento delle trasformazioni da tempo determinato a indeterminato (83mila): +79,5% rispetto al periodo gennaio-febbraio 2017. In contrazione risultano invece i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-18,5%). Le cessazioni sono state 844mila, in aumento rispetto all’anno precedente (+14,8%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti, in particolare a tempo determinato e somministrazione. Fanno eccezione i rapporti a tempo indeterminato (-7,1%).La consistenza dei rapporti di lavoro

Nel periodo gennaio-febbraio 2018, nel settore privato, si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +296mila, superiore a quello del corrispondente periodo del 2017 (+220mila). Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a febbraio 2018 risulta positivo e pari a +539mila, in crescita rispetto a quello registrato a gennaio (+527mila). Questo saldo rimane ancora negativo per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (-82mila), seppur in miglioramento per il secondo mese consecutivo.

Continuano, invece, i segnali di rafforzamento per l’apprendistato (+66mila) e per l’intermittente (+124mila). Rimane positivo, anche se in decelerazione, l’andamento dei contratti a tempo determinato (+369mila) e dei contratti di somministrazione (+58mila). Per quanto riguarda i Contratti di Prestazione Occasionale, a partire da novembre 2017 la consistenza dei lavoratori impiegati si è attestata tra le 15mila e le 20mila unità, con un importo mensile lordo medio di circa 300 euro. Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia, a febbraio 2018 si sono superati i 4mila lavoratori impiegati, con un importo mensile lordo medio di poco superiore a 200 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 20/04/2018

Tag:

Speciali

Speciali

Gli ERP nell’era della trasformazione digitale

Speciali

NetApp Data Driven Academy