Logo ImpresaCity.it

Il cloud ibrido di VMware e AWS ha una marcia in più

VMware Cloud on AWS è disponibile in Europa, come anche nuovi tool per migliorare la migrazione dei workload verso la "nuvola"

Redazione Impresacity

VMware ha rafforzato la sua offerta come abilitatore di ambienti di cloud ibrido, in parte attraverso una estensione della partnership con AWS e per il resto con il lancio di alcuni nuovi tool per la gestione dei workload. Per gli utenti europei conta in particolare la prima parte degli annunci, ossia la disponibilità anche in Europa di VMware Cloud on AWS.

Già presente da qualche tempo in altre Region di AWS, VMware Cloud on AWS permette di creare sulla nuvola di Amazon ambienti virtualizzati basati su piattaforme VMware, quindi principalmente vSphere, vSAN e NSX. Questo per gestire un cloud ibrido tecnologicamente omogeneo e allo stesso tempo estendibile con alcuni servizi cloud di AWS. I casi d'uso aziendali più comuni per questa combinazione comprendono gli scenari che meglio evidenziano il valore del cloud ibrido: migrazione progressiva al cloud, gestione dei carichi di picco, disaster recovery, ambienti di test e sviluppo, estensione geografica della infrastruttura aziendale.

VMware ed AWS hanno anche introdotto alcuni nuovi servizi legati a VMware Cloud on AWS, in modo da rendere questa strada verso il cloud ibrido più appetibile tanto per le aziende utenti quanto per i partner VMware (system integrator, outsourcer, provider di servizi gestiti e fornitori di soluzioni).

cloud a.jpeg

Tra le novità introdotte si segnalano in particolare funzioni per la protezione delle applicazioni, anche in una logica di alta disponibilità, e per migliorare la gestione dei workload "intensivi" come quelli legati all'analisi dei Big Data. Questo grazie anche a operazioni di compressione e deduplicazione eseguite nativamente da vSAN.

Negli ambienti di cloud ibrido è logico che la migrazione dei workload sia un punto chiave. In questo senso VMware Cloud on AWS vede ora potenziate le funzioni di VMware vMotion per la migrazione tra on-premise e cloud e tra host diversi nella nuvola.

VMware Cloud on AWS inoltre supporta più servizi mirati VMware. Già in precedenza era stato reso compatibile con Hybrid Cloud Extension per lo spostamento dinamico dei workload e con Wavefront per monitoraggio e l'analisi delle metriche. Ora ha acquistato il supporto a Cost Insight, per il calcolo dei costi di migrazione a VMware Cloud on AWS, e a Log Intelligence, per l'analisi dei log di controllo.
Pubblicato il: 26/03/2018

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud