Logo ImpresaCity.it

Unimpresa, ricchezza famiglie sale a 4.300 miliardi (+4%)

Cresce la liquidità: salgono di 55 miliardi (+6%) a 883 miliardi i conti correnti e le riserve in contanti. Fuga dalle obbligazioni, in discesa di 56 miliardi a 327 miliardi (-14%).

Redazione Impresacity

Più liquidita disponibile, in banca o sotto il materasso, e più investimenti a Piazza Affari, con un allontanamento dalle obbligazioni. Ecco la nuova mappa dei risparmi degli italiani: sale a quasi 4.300 miliardi di euro l’ammontare della ricchezza finanziaria delle famiglie nel 2017, in aumento di oltre 173 miliardi (+4%) rispetto ai 12 mesi precedenti. Gli asset mobiliari degli italiani sono saliti al ritmo di quasi 15 miliardi al mese.
In forte aumento i titoli azionari, vicini a quota 1.000 miliardi, cresciuti di 87 miliardi (+9%), e i fondi comuni, che hanno superato il muro dei 500 miliardi, grazie a una crescita di 42 miliardi (+9%). Su pure l’ammontare dei conti correnti e le riserve in contante, con il saldo complessivo cresciuto di quasi 56 miliardi (+6%) a 883 miliardi.
Si registra, invece, una fuga dalle obbligazioni, con il saldo crollato di 56 miliardi (-14%) a quota 327 miliardi. In lieve diminuzione, poi, i depositi, scesi di quasi 15 miliardi (-3%) a 456 miliardi.
Questi i dati principali della ricerca del Centro studi di Unimpresa “La ricchezza delle famiglie italiane negli ultimi 12 mesi”, secondo la quale le riserve assicurative sono salite di 55 miliardi (+5%) a quota 993 miliardi.
“Abbiamo una sola preoccupazione: con i conti dello Stato ancora poco al sicuro e il debito pubblico in crescita costante, prima o poi potrebbe essere presa in considerazione l’idea di una pericolosa tassa patrimoniale. I salvadanai delle famiglie sono sempre più pieni, perché si preferisce risparmiare e investire nella finanza: meglio accumulare che spendere sembra la regola d’oro seguita dagli italiani nell’ultimo periodo, un atteggiamento che contribuisce a fiaccare la ripresa. D’altra parte, gli ultimi anni sono stati complessi e si creano delle riserve per far fronte a emergenze o per pagare tasse a sorpresa” commenta la vicepresidente di Unimpresa, Maria Concetta Cammarata.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 02/02/2018

Tag:

Speciali

Speciali

Check Point Experience 2019

Webinar

Non aprite quella mail… come e perché continuiamo, tutti, a cadere nella stessa trappola