Logo ImpresaCity.it

Lavoro: dalle imprese 120mila entrate destinate ai giovani under30

Il settore dei servizi informatici è tra i comparti di attività a prevedere più opportunità per i giovani under 30.

Autore: Redazione Impresacity

Quante sono le posizioni di lavoro programmate dalle imprese per il mese di novembre 2017? Quali i profili professionali più richiesti? Quante sono le posizioni lavorative che offrono maggiori opportunità ai giovani e alle donne? Quali titoli di studio sono i più gettonati?
Questo e altro sul nuovo numero di Excelsior Informa online su http://excelsior.unioncamere.net, il bollettino dei fabbisogni professionali e formativi delle imprese relativo al mese di novembre 2017.  
Realizzato nell’ambito del sistema informativo Excelsior promosso da Unioncamere in collaborazione con l’Anpal, il bollettino mensile offre un monitoraggio delle previsioni occupazionali delle imprese private dell’industria e dei servizi con un orizzonte temporale sia mensile che trimestrale per fornire informazioni tempestive di supporto alle politiche attive del lavoro. I dati sono disponibili per settore economico, singola provincia e per ciascuno dei 550 centri per l’impiego operanti sui territori. 
Nel mese di novembre le entrate programmate dalle imprese sono circa 299mila (comprensive dei contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato, anche di natura stagionale, e dei contratti di somministrazione e di collaborazione non dipendente). 7 entrate su 10 sono previste dai settori dei servizi e 3 su 10 dall’industria.
Stabile rispetto alla rilevazione precedente la difficoltà di reperimento che si attesta al 25,1% delle entrate programmate a novembre.
Sono 120mila le entrate previste destinate ai giovani under30, oltre il 40% del totale, percentuale in crescita rispetto al 37% del mese precedente. Sono le professioni intellettuali, scientifiche e ad elevata specializzazione quelle per cui si evidenziano maggiori difficoltà (43,3%) nell’identificare il candidato adatto; seguono artigiani e operai specializzati (35,1%) e le professioni tecniche (33,8%). Servizi informatici, industrie dei metalli, industrie della carta e commercio sono i comparti di attività a prevedere più opportunità per i giovani under 30.  
Venezia, Lodi e Trento i territori con le più elevate quote di richieste per i giovani.
Pubblicato il: 23/11/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud