Logo ImpresaCity.it

Thecus N7700, il Nas per le Pmi

Un dispositivo NAS che offre flessibilità d’impiego e buona espandibilità, grazie ai sette drive bay per hard disk di tipo seriale. Le dimensioni compatte e la manutenzione ridotta consentono di posizionare il dispositivo molto facilmente e di gestirlo senza la necessità di un reparto IT dedicato.

Redazione ImporesaCity

Thecus N7700 si rivolge alle aziende di medie dimensioni e offre flessibilità d'impiego e buona espandibilità, grazie ai sette drive bay per hard disk di tipo seriale. Le dimensioni compatte e la manutenzione ridotta consentono di posizionare il dispositivo molto facilmente e di gestirlo senza la necessità di un reparto IT dedicato. Lo chassis metallico è molto robusto, con un frontale elegante e un'anta traforata che permette il passaggio dell'aria verso i dischi fissi. Oltre ai LED di stato e alle due porte USB frontali, questa unità incorpora un display retroilluminato e quattro pulsanti per la gestione diretta dei parametri di rete. Non solo, la piccola matrice mostra lo stato del sistema, le temperature e il funzionamento delle ventole interne. Questo consente una rapida diagnostica, senza dover accedere via interfaccia Web al dispositivo.

thecus-n7700-1.jpg

[tit:Gestione dei dischi]I sette drive bay sono allineati verticalmente e ciascuno è dotato di blocco con chiave, mentre la maniglia per l'estrazione è di materiale plastico ma piuttosto robusta. La struttura interna, dove fissare il disco, è di metallo e incorpora due strisce di plexiglas che permettono di trasferire il fascio luminoso prodotto dai LED di stato di ciascun disco, saldati sulla daughter board.

thecus-n7700-2.jpg

Oltre a indicare lo stato di alimentazione di ciascun disco, il secondo LED si occupa di segnalare se il disco è attivo e si sta accedendo alla periferica. Nel caso ci sia un errore legato al disco o alla connessione, il LED diventa di colore rosso e aiuta l'operatore a individuare rapidamente l'hard disk da verificare o sostituire. Per la rimozione dei dischi è sufficiente esercitare una leggera pressione sul pulsante posizionato centralmente rispetto a ogni cassetto. Thecus N7700 funziona naturalmente con qualsiasi quantità di dischi installati, mentre per generare RAID 0 o 1 servono almeno due dischi, che diventano tre per configurazioni RAID 5 e quattro per array RAID 6.

thecus-n7700-3.jpg

È comunque possibile generare e gestire array multipli e allocare unità di spare pronte ad intervenire non appena si guasta un hard disk che fa parte di un sottosistema RAID. Questo modello supporta RAID 10, JBOD, oltre alle funzioni di Hot-Swap, Hot- Spare, ricostruzione automatica e lettura dei dati S.M.A.R.T. contenuti nei dischi fissi, prevenire perdite di dati dovute a possibili anomalie delle singole unità. Non manca il supporto per la tecnologia iSCSI Target, per Linux, Mac e Microsoft.

[tit:Piattaforma]Thecus N7700 utilizza una motherboard dedicata, che incorpora un processore Intel Celeron a 1,86 GHz e 1 GByte di memoria, con radiatori passivi e raffreddati tramite le due ventole posteriori termoregolate.

thecus-n7700-6.jpg
Una volta rimosso il pannello posteriore, si possono notare le due ventole tachimetriche e la scheda di gestione che accoglie tutti i componenti necessari, oltre alle daughter board per la connessione dei dischi.
Durante il funzionamento l'unità non si surriscalda neppure se sottoposta a intense sessioni di lettura/scrittura, merito dell'efficiente sistema dissipante e dei sensori termici dedicati per i dischi e il processore. Anche il case, realizzato in metallo, permette di facilitare il raffreddamento delle unità interne. Per la connessione alla rete, sono disponibili due adattatori di rete Gigabit, oltre alla possibilità di aggiungere un terzo adattatore tramite lo slot di espansione su bus PCI Express. La disponibilità di due adattatori permette di abilitare il bilanciamento di carico e di intervenire in caso di errore di una scheda interna (fail over). Per eventuali espansioni, è disponibile una porta eSATA, che consente di collegare dischi fissi esterni ad alte prestazioni. Non solo, le quattro porte USB 2.0 consentono il collegamento di hard disk e pen drive, per l'accesso diretto ai drive e la copia del contenuto sul NAS.

thecus-n7700-5.jpg
Il lato posteriore accoglie la maggior parte delle prese disponibili. L'alimentatore FlexATX da 300 W è certificato 80 Plus per quanto riguarda l'efficienza di alimentazione.
N7700 può inoltre svolgere la funzione di print server per le stampanti collegate, con possibilità di gestione delle code di stampa tramite interfaccia Web. Non manca la disponibilità di una porta seriale per il controllo dell'UPS e la gestione degli allarmi riguardanti l'alimentazione elettrica e l'eventuale spegnimento della periferica. Le buone prestazioni della piattaforma hardware consentono di ottenere ottimi tempi di risposta, garantendo un veloce accesso da parte di molteplici utenti simultaneamente.

[tit:Possibilità d'impiego]N7700 è un NAS flessibile e facile da configurare, tramite l'interfaccia Web è possibile generare e gestire gli array RAID che si sceglie di attivare, gestire le quote e creare cartelle pubbliche o private.

thecus-n7700-7.jpg
Una volta inserite le unità negli appositi slot è possibile verificarne lo stato e asegnarle a diversi Array RAID. Come si può notare, le prime quattro unità sono destinate a un sottosistema RAID 5, la quinta unità è assente, mentre le ultime due sono state assegnate come SPARE.
Data la fascia d'utenza a cui si rivolge, questo NAS è naturalmente predisposto per l'inserimento in strutture operative che sfruttano domini Microsoft AD, per la gestione centralizzata delle credenziali di accesso. Questo modello Thecus può inoltre essere adottato come Web Server e FTP Server con funzionalità MySQL. Per un utilizzo più generale, questa periferica può essere utilizzata come archivio condiviso di foto (Photo Server), come sistema di sharing di brani musicali (iTunes Server e uPnP streaming) e come macchina per download tramite protocolli HTTP e FTP oppure sfruttando i semi Bit Torrent. Una volta immagazzinate immagini ISO, relative a CD e DVD, è possibile "montarle" e renderle disponibili all'utenza, velocizzando i tempi di installazione degli applicativi più comuni sui client aziendali, per esempio.

thecus-n7700-8.jpg
La quantità di spazio a disposizione e lo stato di ricostruzione del RAID sono sempre sott'occhio tramite pagine specifiche dell'interfaccia Web.
Per quanto riguarda la sicurezza e la salvaguardia dei dati, è possibile sfruttare il bundle con il software FarStone DriveClone Pro 5, che permette la creazione di backup incrementali dei client della rete e il relativo recupero in caso di emergenza (Disaster Recovery). Sul fronte del risparmio energetico, N7700 è in grado di controllare e gestire lo stato dei singoli dischi e di disattivare le unità non in uso. Oltre a questo è possibile impostare gli orari e i giorni di attività del NAS, per evitare inutili sprechi quando non è indispensabile accedere ai dati, come per esempio di notte o nei fine settimana.

In generale l'offerta Thecus si differenzia per un prezzo interessante e per le sue funzionalità complete. In alterantiva, l'azienda offre l'unità priva di dischi o con sette hard disk identici con capacità comprese tra 250 GByte e 1,5 TByte. Nel caso si scelga la soluzione a maggiore capacità, il costo della NAS è di Euro 2.490,00.
Pubblicato il: 08/05/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud