Logo ImpresaCity.it

Enterasys, con IdentiFi indirizza le reti wireless del futuro in ottica Byod

E’ la nuova generazione di soluzioni Wi-Fi, componente chiave dell’architettura integrata OneFabric, per gestire e controllare la crescita esponenziale dei dispositivi wireless. Inquadrano il prodotto in una visione più ampia Renzo Ghizzoni e Matteo Baroni, rispettivamente Country Manager Italy e Territory Manager North Italy.

Autore: Barbara Torresani

IdentiFi è la nuova soluzione Wi-Fi ultra-density annunciata da Enterasys Networks nei giorni scorsi sia a livello mondiale sia in Italia. Si inserisce in un contesto in cui oggi il dispositivo mobile diventa il punto focale per l'utenza, come nel passato il pc e il desktop erano al centro dell'infrastruttura di rete.
“Oggi con il miglioramento progressivo degli standard si assiste al sorpasso dei dispositivi mobili su quelli fissi, e tale fenomeno si sta estendendo anche i tablet. Mediamente ogni persona ha circa 2-3 dispositivi ad accesso a larga banda Wi-Fi, la commistione tra vita pubblica è privata è sempre più forte e l’utente vuole lavorare con il dispositivo che più gli è familiare. E’ il fenomeno del Bring Your Own Device, il cosidetto Byod. Le reti wireless progettate solo cinque anni fa rischiano di non essere di non essere più adeguate al nuovo contesto. Di fronte a tale trend occorre strutturare le reti wireless del futuro. E’una trasformazione che non può essere evitata. Occorre interpretarla al meglio, abbracciando la tecnologia con tutte le cautele del caso: le reti wireless vanno pianificate in modo da supportare la ricchezza dei contenuti e le richieste di banda”, spiega Renzo Ghizzoni, Country Manager Italy di Enterasys Networks, nell’introdurre la novità di prodotto societaria in un discorso di più ampio respiro.
enterasys-networks-con-identifi-indirizza-le-reti--1.jpgDa parte sua Enterasys ha abbracciato questa nuova tendenza, progettando infrastrutture e applicazioni a supporto di questa tendenze innovative. “Oggi annunciamo l’evoluzione della famiglia IdentiFi, che, come dice il nome, guarda all’identità, all’utente come elemento di riferimento, piuttosto che alla postazione e all’applicazione stessa. Si preoccupa di abilitare le persone a utilizzare la rete che gli gira intorno”, enfatizza Ghizzoni.
Rimarca alcuni concetti Matteo Baroni, Territory Manager North Italy: “Enterasys non è nuova nel Wi-Fi. E’ un dei leader in questo campo, dove cerca di stare sempre un passo avanti, scrivendone la storia. Info-Teck Report la classifica come leader del settore per presenza sul mercato e capacità tecnologica”. E prosegue: “Oggi tutto va e nel futuro andrà sul wireless; già nel 2014 molti dispositivi saranno solo Wi-Fi. C’è una forte esigenza di scalabilità e un livello di convergenza sempre maggiore - dati e voce e video - non ultima, la necessità di intelligenza maggiore all'interno delle reti Wi-Fi per gestire e allocarle le applicazioni rispetto all'identità dell'utente.”
Come dice Baroni il fenomeno del Byod ha scardinato l’idea di intelligenza all'interno del device; per gestire gli apparati occorre avere più intelligenza nell'infrastruttura.
Enterasys ha identificato 10 fattori per riformulare una rete Wi-Fi moderna che sia di successo:
- l’esperienza dell'utente finale;
- le applicazioni (dati, voce e video);
- il tipo di device - è fondamentale sapere quali device andranno sul Wi-Fi per gestirli  al meglio;
- la location - un sistema moderno deve avere la capacità di localizzare dove si trova sia per la gestione che per dare servizi di location;
- l’analisi dell'ambiente di radio frequenza e la capacità di riconfigurazione; il Wi-Fi moderno deve leggere e interpretare le interferenze e sapersi riconfigurare per funzionare al meglio;
- le prestazioni: il Wi-Fi deve garantire prestazioni sostenute nel tempo;
-  la scalabilità;
-  la sicurezza, che non significa solo crittografia, ma contempla anche aspetti di intrusion prevention e detection;
- la gestibilità;
- il servizio.
Sono queste le premesse da cui è partita Enterasys per rivoluzione il proprio Wi-Fi.
IdentiFi è un salto in avanti, un’accelerazione verso il futuro....Il nome racchiude l’essenza del prodotto: punta a identificare gli utenti, i device, a come localizzarli e a identificare le tendenze di traffico”, dice Baroni.
Il prodotto  non è qualcosa di esterno all’architettura integrata OneFabric, composta da una serie di componenti - software di gestione, soluzioni di data center e core della rete, sicurezza ed edge per accesso del device alla rete. IdentiFi si pone all’interno di OneFabric, integrandosi con le componenti di infrastruttura ma anche con il prodotto Iam (identify Access Manager).
enterasys-networks-con-identifi-indirizza-le-reti--2.jpgDal punto di vista hardware l'architettura di IdentiFi è a controller: controller Wi-Fi fisici e virtuali e access point che fanno da copertura radio. Nei controller Wi-Fi il modello 5210 gestisce fino a 32 mila user; ovviamente si può scalare anche a modelli più piccoli.
Tra le caratteristiche distintive del prodotto: connettività in ambienti a elevata densità di dispositivi, ottimizzando la qualità del servizio e l’esperienza utente per applicazioni molto esigenti. Ogni access point può supportare fino a 200 sessioni video in simultanea; flessibilità operativa - il cliente può selezionare al meglio le funzionalità e il controllo degli access point, convogliando per esempio il traffico a livello dell’access point o attraverso il controller, con un unico Ssid e utilizzando indifferentemente controller fisici o virtuali; gestione centralizzata delle policy per l’intero network, comprese le sessioni Wi-Fi; soluzione senza costi nascosti - tutte le funzionalità e le caratteristiche avanzate sono parte integrante della versione standard e l’utente non ha bisogno di acquistare licenze aggiuntive; set di caratteristiche specifiche per la modalità Byod.
Novità anche a livello di  access point: nella famiglia IdentiFi  3700 è arrivata il modello 3705 (600 dollari a listino) già disponibile, mentre gli altri componenti della famiglia saranno rilasciati entro inizio 2013 e includono diverse varianti: access point da collegare alla fibra, access point outdoor e indoor, ...
Tutte le nuove funzioni offerte dagli access point serie 3700 sono studiate appositamente per soddisfare i requisiti di sicurezza, affidabilità, alta densità e disponibilità oggi indispensabili per la forte richiesta di traffico degli utenti mobili e in ambito Byod.

[tit:Un caso di successo eccelente e ambiti di applicazione]
La tecnologia Enterasys,
tra le altre, vanta una referenza importante: la società ha fornito un servizio Wi-Fi al Gillette Stadium situato alle porte di Boston in Massachusetts, garantendo connettività ad alta velocità ai 70.000 fan della squadra di football americano New England Patriots. La tecnologia del vendor ha soddisfatto l’esigenza di fornire l'accesso a decine di migliaia di utenti, attraverso una rete molto stabile, ma allo stesso tempo anche scalabile che potesse essere gestita facilmente dallo staff IT.
Il focus di questa tipologia  di tecnologie guarda a mercati verticali quali la sanità, le utilities con migliaia di sedi, l’education per i grandi campus universitari ma anche alle scuole secondarie, e all’ hospitality, a stadi, hotel, piscine senza però perdere di vista le realtà di medie dimensioni, e anche le piccole, che guardano a soluzioni industriali in ottica business e  apprezzano la possibilità di gestire la rete in maniera ottimale.
“Ormai quasi il 40% delle opportunità che ci arrivano è tipo wireless; sono richieste di aggiornamento delle reti per renderle pronte ai nuovi standard e ai dispositivi moderni. Enterasys è già pronta per supportare le aziende in questo percorso. Il passo che ancora deve essere fatto è quello di non guardare solo all’accesso tout-court ma anche a un certo livello di servizio”, chiosa Ghizzoni.
Pubblicato il: 03/12/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza