Logo ImpresaCity.it

Fortinet, arriva la quinta generazione del sistema operativo

Introdotte parecchie nuove funzionalità nel sistema operativo FortiOS, focalizzate su maggior sicurezza, più controllo e più intelligenza. Ne parliampo con Joe Sarno, Regional Sales Vice President Southern Emea.

Barbara Torresani

In poco più di 10 anni Fortinet ha rilasciato cinque major release del proprio sistema operativo FortiOs. Nel presentare la quinta generazione del software, le cui peculiarità sono ben espresse dallo slogan: “più sicurezza, più controllo e più intelligenza”, Joe Sarno, Regional Sales Vice President Southern Emea di Fortinet, ha fatto il punto sulla situazione societaria e sui trend principali del mercato di riferimento.
Fortinet è un’azienda con un’anima molto tecnica, che guarda all’innovazione e investe molto in ricerca & svilupfortinet-arriva-la-quinta-generazione-del-sistema--2.jpgpo. Con oltre un milione di appliance vendute a livello mondiale, una presenza forte in Emea e investimenti in Uk, Africa e Middle East, anche in Italia la società ha intenzione di far crescere il numero di persone di vendita per accrescere la propria presenza”.
In ambito di rete le tendenze principali osservate da Fortinet guardano a uno spostamento sempre più marcato verso la connettività a 10 Gigabit, a  uno scenario con il wireless presente ovunque così come a una diffusione crescente dei dispositivi mobili, che si porta dietro il conseguente fenomeno del Byod- Bring your own device. L’affermazione di Ipv6 e dei contenuti audio e video completano il quadro.
Sul versante sicurezza le tendenze emergenti individuate dal manager guardano a una maggior necessità di visibilità del traffico di rete così come alla maggior correttezza nell’individuare le minacce. Le reti sempre più complesse e difficili da gestire, inoltre, determinano un’esplosione di policy e log.
Traversale a tutti i settori la criticità di budget destinati all’IT.  
Venendo alla novità di prodotto, il nuovo sistema operativo 5.0 in cui sono state introdotte più di 150 nuove funzionalità copre tre aree principali, come spiegato da Joe Sarno: advanced thraeads; secure mobile device – byod; smart policies.
In dettaglio, per far fronte alle minacce avanzate, nel sistema è stato introdotto la funzionalità di client reputation che va a identificare la reputazione del dispositivo (sia esso pc, smartphone e via dicendo) e non dell’utente attraverso un determinato punteggio che tiene conto dei  comportamenti del device stesso.
fortinet-arriva-la-quinta-generazione-del-sistema--1.jpgLa protezione avanzata anti-malware viene garantita da un sistema multilivello che utilizza metodi euristici e un motore sandbox che blocca le minacce pericolose. In aggiunta è stato introdotto anche un ulteriore livello di protezione cloud based sandoboxing.
In termini di sicurezza del dispositivo, Fortinet procede attaverso l’identificazione del dispositivo, la definizione di politiche di accesso e l’applicazione di sicurezza Utm. “Per far fronte al fenomeno del Bring your own device – Byod, l’approccio Fortinet non prevede l’installazione di software sul dispositivo  - cosa che altri vendor fanno ma che noi riteniamo troppo complessa; per Fortinet la soluzione è nel core della rete. Il tutto in maniera trasparente per l'utente. E'  un controllo semplice ed efficace, che utilizza strumenti di reportistica”, spiega Sarno.
Gli aggiornamenti societari, inoltre, hanno riguardato i prodotti FortiGate, FortiManager, FortinAnalyzer e FortiClient per rispondere all'esigenza di disporre di capacità di analisi e gestione sempre più sofisticate dell'infrastruttura di rete e dei dispositivi endpoint di aziende e operatori di telefonia, nonché di ambienti Msp e Pmi. In particolare, FortiClient 5.0, l’antivirus per  il client,  oltre a gestire le policy su desktop aziendale  svolge tale attività anche quando si è al di fuori del perimetro aziendale, garantendo ai clienti ulteriori benefici per i device mobili. 
Last but not least, la parte di “maggiore intelligenza”. Oggi  il sistema è in grado di correlare l’identità di un utente alle policy aziendali. Si possono avere più informazioni con adattamento automatico dei criteri basati sul ruolo per utenti e ospiti, secondo un profilo basato su posizione, dati e applicazione. Funzioni di analisi e reporting avanzate offrono inoltre agli amministratori maggiori informazioni sul comportamento della rete, di utenti, dispositivi, applicazioni e minacce.
La parte di visibility & reporting è stata tutta ridisegnata ed inoltre è stato migliorato il reporting con nuovi pdf in formato più leggibile e dettagliato.
“FortiOS è un sistema molto interessante in termini di funzionalità  e di gestione del fenomeno Byod e reportistica ed è un’ottima opportunità per i partner”.
E conclude: “Guardando alla sicurezza abbiamo la percezione che rimarrà un mercato molto interessante, con crescite inferiori rispetto al passato ma comunque importanti. Nel 2013 l'idea di Fortinet è quella di muoversi all’attacco e non in difesa”.
Pubblicato il: 08/11/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud