Logo ImpresaCity.it

Hitachi Data Systems punta dritto verso le infrastrutture convergenti

Di passaggio in Italia, Roberto Basilio, Vice President Hardware Infrastructures & Product Management di Hds, racconta le ultime novità tecnologiche societarie, studiate per affiancare le aziende alle prese con crescita di costi, aumento dei dati da trattare e data center sempre più complessi.

Autore: Barbara Torresani

"Hitachi Data Systems sviluppa soluzioni per gli utenti IT. E' un'azienda tecnologica, concreta, che vuole rispondere ai problemi con soluzioni. Una società che appartiene alla capofila Hitachi con radici centenarie, profondi doveri civici e alti  valori morali . All'interno di Hitachi - fatturato di 115 miliardi di dollari, di cui 5 investiti in ricerca e sviluppo - Hds non è una filiale ma un'entità di valore, con un peso del 16% e un fatturato pari a 4,4 miliardi di dollari in crescita del 15% a livello mondiale".
E' ciò che dice Roberto Basilio, Vice President Hardware Infrastructures & Product Management di Hitachi Data Systems, manager italiano da anni negli Usa, di passaggio in Italia per partecipare ad alcuni eventi societari sul territorio, che, per l'occasione, ha incontrato la stampa.
"I problemi IT con cui oggi sono alle prese le aziende riguardano una crescita esponenziale dei dati, una riduzione dei costi sempre più esasperata che spinge a fare tanto con meno - per non dire tutto con niente - e una complessità crescente delle infrastrutture in cui convivono sistemi eterogenei".
hitachi-data-systems-punta-dritto-verso-le-infrast-1.jpgE proprio il tema dello storage, topico per Hds, che coinvolge maggiormente il manager: "Oggi backup e restore sono attività critiche: troppi dati, troppe coppie di questi, un processo di archiviazione non eseguito in modo corretto". Ma dove si mettono i dati e come si sfruttano? "Il mondo dei dati e delle informazioni e in profonda evoluzione. Oggi le informazioni sono collezionate da applicazioni human driven e domani saranno prevalemente machine driven – derivanti da satelliti e sensori. Oggi le informazioni si utilizzano in prevalenza per ottenere e raggiungere risultati, i prossimi sviluppi puntando a realizzare business migliori".
In un mondo IT in trasformazione Hds punta a proporsi come vendor non solo di storage, che rimane la componente tecnologica di riferimento, ma come società che va oltre lo storage offrendo un portafoglio di soluzioni di infrastruttura convergente che combina componenti di storage, server, rete e gestione software gestiti da un unico layer. Un'offerta che risponde a criteri di semplificazione e di virtualizzazione. "La somma elementi aggregati in un'unica infrastruttura non ne cambia il costo assoluto. A livello di Capex non vi sono grandi differenze. I risparmi maggiori si hanno nell'implementazione dell'infrastruttura IT, nella riduzione dei tempi".
[tit:Una realtà che diversifica] 
La nuova Hitachi Unified Compute Platform (Ucp), presentata i primi di ottobre a Barcellona, è l'esempio calzante di questi sistemi convergenti e costituisce un modello per la creazione di un'infrastruttura pronta per il cloud, di rapida implementazione e di facile gestione che nella prima versione poggia sulla piattaforma Vmware vSphere, ma già nelle prossime versioni sarà disponibile anche per ambienti Microsoft HyperV, Vdi di Citrix, ...
"La convergenza dei sistemi è un trend seguito non solo da Hds. Siamo tra i vendor che lo propongono e ci distinguiamo per la possibilità di coprire differenti tipologie di sistemi e per il fatto che adottiamo un approccio open, che contempla le offerte anche di altri attori di mercato". E prosegue: "Quelli di Hds sono sistemi realmente unificati e convergenti perché vengono gestiti da un singolo tool. Lo abbiamo fatto aggregando componenti Hds e possiamo permetterci di consolidare gli elementi in una singola piattaforma. Altri vendor lo fanno con ambienti separati, isole di storage. E siamo in in grado di virtualizzare. Oltre a ciò facciamo anche dynamic tiering e thin provisioning...”
Secondo il manager ci sarà una grossa fetta di mercato che si orienterà verso l’acquisito di appliance, sistemi integrati e preconfigurati, che combinato più componenti e a cui si aggiungeranno nuove funzionalità.

[tit:Trend tecnologici]
Basilio si è poi soffermato su altri trend che vedono impegnata Hds. Tra questi l'area del content cloud che tende ad assumere sempre più importanza nella strategia societaria "Hds tra le prime 10 società di software a livello mondiale occupa la nona posizione", sottolinea. 
Una vision delineata e chiara, inoltre, è quella che riguarda la tecnologia flash. Lo scorso agosto, infatti, la società ha annunciato una strategia articolata in più fasi che doterà di una nuova tecnologia flash tutto il suo portafoglio IT. La società ha in programma di proporre una serie di dispositivi flash integrati basati su una nuova tecnologia gestione della memoria flash sviluppata da Hitachi.“Fino ad oggi l’utilizzo di supporti multimediali flash in appoggio alle esigenze delle applicazioni cloud ad alte prestazioni e strettamente dipendenti della tempistiche è stato frenato dalle caratteristiche della memoria flash e dalle prestazioni dei controller. Tali condizioni hanno imposto ai clienti di scendere a compromessi su costi, capacità e resilienza”, dice Basilio. “Prevedendo questa situazione, Hitachi si è resa conto che il sistema migliore per inserire supporti multimediali flash nell’intero stack dell’IT consisteva nello sviluppo di soluzioni basate sulla proprietà intellettuale originale di Hitachi stessa. Questa strategia di sviluppo genera le prestazioni e le capacità di gestione dei dati end-to-end richieste dai nostri clienti. Il nuovo controller della memoria flash progettato da Hitachi ci consente di proporre al mercato una serie di prodotti concepiti in modo da velocizzare l’elaborazione per i database e le applicazioni di grandi dati cruciali per le finalità aziendali. Tali utilizzi necessitano di elaborazione in tempo reale, solidità enterprise, sicurezza e impatto ambientale ridotto”, conclude Basilio.
Pubblicato il: 25/10/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud