Logo ImpresaCity.it

Mario Monti apre il Forum PA: una PA efficiente è fattore competitivo per il Paese

Al centro della 23esima edizione del Forum PA l'Agenda Digitale e le azioni per la crescita e lo sviluppo basate sull'innovazione. Mario Monti apre l'evento inaugurale.

Autore: Barbara Torresani

"Una Pubblica Amministrazione efficiente ed efficace, capace di innovare è un elemento essenziale non solo per la competitività del Paese ma anche per garantire ai cittadini il pieno esercizio dei propri diritti e doveri... E il Governo sta portando avanti un'ampia serie di azioni e programmi per aumentare efficienza ed efficacia della PA per la sostenibilità di una democrazia e per la ricostruzione di un rapporto basato sulla fiducia bilaterale tra settore pubblico e cittadini".
Così ha aperto ieri la 23 edizione del Forum PA a Roma il Premier Mario Monti, che è intervenuto alla manifestazione per sottolineare l'importanza che il settore Pubblico riveste per l'Italia e quanto l'ammodernamento della macchina burocratica pubblica, la digitalizzazione dei processi e l'intensificazione di programmi di formazione e aggiornamento innovativo delle persone siano imperativi forti per il nostro Paese.
mario-monti-apre-il-forum-pa-una-pa-efficiente-e-f-1.jpg
"Le riforme adottate in questi ultimi anni  hanno dato un'accelerazione a queste sfide. I risultati ottenuti fino ad oggi sono incoraggianti; per questa ragione è fondamentale perseverare sulla strada dell'efficienza", ha proseguito.
"Il settore pubblico è da decenni un centro di erogazione di servizi, elemento centrale per l'economia di un sistema; può rappresentare un ostacolo burocratico alla crescita del Paese o un fattore di competitività. E' il settore che accompagna dalla nascita alla morte la vita del cittadino nella società. Per questo non esiste una politica del o per il settore pubblico, ma esistono un concorso di politiche pubbliche per la definizione di un quadro di sistema in grado di dare servizi di qualità. E non si tratta di un tema solo tecnico".
E' in quest'ottica secondo Monti che vanno visti i punti cardine lungo cui si declinano le politiche dell'Agenda del Governo: liberalizzazioni, semplificazioni e Agenda Digitale che rientrano in un disegno di miglioramento del settore pubblico.
L'Agenda Digitale è un tema prioritario della strategia per la crescita 2020 dell'Unione Europea. Monti ha sottolineato il lavoro importante svolto dal Governo precedente sotto l'egida del Ministro Brunetta.
Come racconta il Premier, il Governo ha istituito la "Cabina di Regia" sull'Agenda Digitale composta da un gruppo ristretto di ministri. I lavori della Cabina di Regia stanno procedendo con l'impegno dei ministri e delle pubbliche amministrazioni, che, lavorando in modo congiunto su gruppi tematici e ascoltando i feedback che arrivano dalle consultazioni pubbliche, proporranno a breve un piano di azione. "Si tratta solo di percorrere l''ultimo miglio. Sono cose alla nostra portata. Per esempio il fatto di fare dialogare i cittadini e la PA in modo completamente digitale. Gli strumenti ci sono; non sono utopie, sono realtà già presenti nel Paese, occorre sistematizzarle e diffonderle".
E il tema del digitale permea altre sfide, quali quelle delle infrastrutture, del cloud computing e delle smart cities su cui non si possono commettere errori.
E veniamo alle liberalizzazioni che in quest'ambito riguardano il collegamento con il tema più ampio del perimetro dello Stato e del ruolo ad esso attribuito. Attraverso una serie di disposizioni contenute in particolar modo nei decreti "Salva Italia e "Cresci Italia", il Governo sta affrontando il tema della presenza del settore pubblico in diversi settori di attività.
Procedono le attività anche in materia di semplificazioni. Dopo l'approvazione del decreto  "Semplifica Italia", che prevede già una serie di misure semplificative, il Governo è ora impegnato (secondo un accordo siglato pochi giorni fa con le Regioni e le Autonomie Locali) nell'attuazione di un programma di riduzione degli oneri amministrativi. Il processo di attuazione di tale decreto e delle disposizioni di legge varati dai governi precedenti procede e coinvolge anche il giacimento di capitale umano presente nelle pubbliche amministrazioni; capitale umano che deve sentirsi parte attiva nella sfida dell'ammodernamento del Paese
Trasversale a tutto, il processo di miglior funzionamento della PA che passa da un programma di valorizzazione del merito, valutazione delle performance, trasparenza ma anche rafforzamento della responsabilizzazione della dirigenza.
Pubblicato il: 17/05/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza