Logo ImpresaCity.it

Symantec, appliance aderenti alle tendenze di mercato

Virtualizzazione, mobility e cloud computing sono i macro-trend del momento; Symantec vuole creare l'infrastruttura che li abilita. Le appliance favoriscono un'implementazione semplice e flessibile. Creata una divisione ad hoc per questo mercato.

Autore: Barbara Torresani

"Il ruolo symantec-appliance-aderenti-alle-tendenze-di-merca-1.jpgdi Symantec è quello di abilitatore e facilitatore dei principali trend di mercato. E' in questa direzione che si inseriscono i recenti annunci relativi alle nuove soluzioni appliance di storage e backup". Così Marco Riboli, vice presidente e general manager, Symantec Emea Mediterranean Region, di recente tornato a guidare anche la filiale italiana, introduce le novità societerie.
Virtualizzazione, mobility e cloud computing sono i macro-trend del momento; Symantec vuole creare l'infrastruttura che li abilita. Per fare ciò mette in campo tecnologie di sicurezza che dal mobile arrivano al server, sistemi di gestione del dato che dal back up si spingono fino al disaster recovery e tecnologie di protezione della rete, quest'ultima elemento sempre più abilitante il cloud computing. Il tutto prestando sempre più attenzione a elementi fondamentali quale le policy e la compliance su cui occorre avere una capacità di governance.
L'entrata di Symantec nel mercato delle appliance risponde a un'esigenza di mercato: quella di fornire una combinazione di prodotti hardware e software facili e veloci da implementare, scalabili e integrati a costi ridotti. Per soddisfare appieno tali richieste la società ha istituito a livello monsymantec-appliance-aderenti-trend-di-mercato-2.jpgdiale una struttura dedicata, denominata appunto "Appliance", con team di lavoro e programmi specifici.
"Con questa mossa Symantec non vuole entrare nel mercato hardware a vendere lo storage; è questo un mercato già popolato da vendor blasonati, commenta Bernardo Palandrani, Commercial & Channel Manager Symantec Italia; l'obiettivo è vendere soluzioni nell'ambito in cui è leader e dove può portare valore con i partner."
Il riferimento va in primis al mercato del backup, dove Symantec vanta una quota di mercato pari al 40%, seguita a distanza da Ibm (18%) e da altri competitor sotto il 10%. Un mercato che a livello mondiale vale circa 4 miliardi di dollari mentre quello attiguo della deduplica raggiunge circa 1,2 miliardi di dollari.
Entra nel dettaglio delle novità di prodotto Giacomo Marchioro, sales specialist Appliance Symantec Italia, dallo scorso novembre a bordo di Symantec dopo un'esperienza decennale in aziende IT (Emc, ultima in ordine di tempo): "Le appliance di Symantec non puntano al mercato hardware ma bensì a quello del consolidamento del data center. Tra i fenomeni che oggi imprimono un'incredibile accelerazione dello storage vi è l'aumento dei dati non strutturati, così come la virtualizzazione stessa fa aumentare la richiesta di dati e il cloud computing", afferma Marchioro. Da considerare l'affermazione e maturazione delle tecnologie Nas a discapito di quelle San; più semplici, meno costose e oggi in grado di raggiungere le stesse velocità  di quelle San.
In questo quadro sono due le famiglie di appliance ad oggi proposte al mercato da Symantec.
Per la gestione dei dati non strutturati Symantec presenta l'appliance FileStore N8300, della famiglia N8000. "E' una soluzione scalabile, integrata, con un singolo punto di contatto, in grado di gestire petabyte di dati, che combina intelligenza software e hardware in un unico prodotto. E' una soluzione Nas clusterizzabile che soddisfa le le esigenze di file storage all'interno di ambienti on –premise e cloud".  Un'architettura che si rivolge a ogni tipologia di azienda, sia esso enterprise che Smb, in grado di crescere in termini di capacità computazionale ma anche di capacità fisica, che offre management dei dati all'interno dell'infrastruttura, così come capacità di sicurezza (ha l'antivirus on board) e replica dei dati. 
Poggia su una tecnologia consolidata, diffusa e installata in tutto il mondo: il File System risale al 1991 per arrivare al Cluster File System (che introduce il concetto di alta affidabilità ed è l'elemento distintivo rispetto alle offerte concorrenti), il cui annuncio è più recente, in grado di offrire scalabilità e performance uniche.
Nell'ambito del backup Symantec introduce invece la famiglia di appliance NetBackup (una soluzione dedicata alla deduplica e una soluzione di backup a 360 gradi), integrata e scalabile (modelli da 16 TB a 32 Tb fino modelli per grandi data center da 192 TB fino a 9 PB).
In particolare, Netbackup 5200 consente di ampliare l'infrastruttura dati dei clienti  mediante una soluzione hardware e software all-in-one di facile implementazione per iniziative di deduplica e backup scalabili.
"Il fronte competitivo è duro, conclude Riboli: i competitor diretti sono gli hardware vendor. Rispetto a questa tipologia di vendor però Symantec, che spinge una filosofia di harware independent, offre una soluzione integrata in grado di coprire tutte le necessità. Il punto di partenza non è l'hardware bensi l'intelligenza software di cui Symantec è leader sia in termini di market share che di tecnologia". 
Pubblicato il: 03/03/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud