Logo ImpresaCity.it

Day Software, con Adobe il futuro del web marketing è social e mobile

Al consueto evento Ignite di Day Software - fresca di acquisizione da parte di Adobe - la società ha offerto un'anteprima del proprio prodotto CQ 5.4, un sistema di content management enterprise pensato per essere utilizzabile già "out of the box", con un occhio ai nuovi dispositivi mobile e alle funzionalità social.

Andrea Sala

Il mondo del web marketing sta cambiando, seguendo i nuovi trend della tecnologia più "personal" - con l'avvento dei tablet PC e l'affermazione degli smartphone - in ambito lavorativo come in quello privato.
Lo sa bene Day Software - azienda recentemente acquisita da Adobe che sviluppa diverse soluzioni software di content management system - e all'evento Ignite 2010 è stata mostrata un'anteprima della prossima release del prodotto di punta della società, CQ 5.4
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-6.jpgAlla due giorni tedesca organizzata da Day si sono susseguite diverse sessioni che hanno toccato diversi punti riguardanti il futuro del web e di come i siti dovranno seguire questi nuovi trend in divenire: si è parlato di standard aperti, di customer experience management, di implementazione a livello tecnico e molto altro.
A un livello più generale, però, gli speaker intervenuti alla conferenza si sono dimostrati tutti d'accordo: il futuro del business online è social e mobile.
La nuova direzione del web e del web marketing è stata chiaramente indicata da Mick MacComascaigh, research director di Gartner: conoscere i propri clienti e il loro contesto è vitale per lo sviluppo di una strategia online.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-2.jpg
Nel suo intervento MacComascaigh è stato estremamente diretto: "Le persone sono diverse a seconda dei loro contesti. Per questo è importante [per le aziende] partecipare - partecipare al fenomeno del social networking per veicolare imformazioni, ma anche per ascoltare e rispondere".
"Anche se non sapete esattamente come sfruttare le informazioni, includete i social media nella vostra strategia online futura e le idee verranno poi", ha continuato MacComascaigh.
Per delineare una strategia di successo le aziende devono "superare ogni esitazione" sui social media per poi stabilire come quest'ultimi possono sostenere gli obiettivi di business online.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-5.jpg
Per comprendere meglio i loro clienti, le società non dovrebbero solo considerare il proprio target principale, ma anche i singoli individui. Per questo motivo le aziende dovrebbero dotarsi di un framework flessibile, agile e adattabile ad ogni singolo utente: uno strumento del genere permetterà loro di soddisfare meglio i trend di mercato e rispondere in tempi rapidi ad ogni nuovo sviluppo di settore. 
"E' qualcosa che va oltre la categorizzazione, è qualcosa di più granulare. Questo significa che ciò che veicolate attraverso i canali online (che comprendono il mobile, i chioschi multimediali e altri strumenti) devono essere più pertinenti e mirati".
"La grande sfida [per le imprese] è di diventare più iterative e sperimentali nel loro approccio".
[tit:Le soluzioni Day Software]Day Software si propone proprio di soddisfare queste nuove esigenze di business, con il suo prodotto di punta: CQ 5, di cui è stato mostrato uno "Sneak-Peak" della nuova release 5.4.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-9.jpg
Il tool è basato su un'architettura basata su un repository da cui si sviluppano tre applicazioni distinte: una per il web content management - per gestire intranet, internet e extranet -, una di digital asset management e una di social collaboration.
I clienti potenziali a cui Day Software si rivolge con CQ sono sostanzialmente quelle società che presentano due tipologie di problemi concomitanti.
La prima tipologia comprende le aziende che hanno problemi di livello tecnologico sui sistemi informativi: si tratta di quelle società che hanno difficoltà nel far fronte alle richieste del marketing o delle risorse umane. Il secondo tipo di problema è la lentezza nel time to market.
Per questo CQ nasce già multilingua out-of-the-box e integra funzionalità social: "Oggi vanno più che di moda i social network che, come è noto, influenzano gli acquisti", ci rivela Bruno Degradi, country manager per l'Italia di Day Software.
Così un utente che da una rete sociale arriva sul sito di un'azienda deve trovare quello che cerca, altrimenti gli acquisti ne risentiranno. Quando questo accade il comparto marketing fa pressione sulle risorse IT per apportare le modifiche richieste: spesso questo è il momento critico del processo, in cui la lentezza dell'IT incide sul time to market dell'azienda.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-7.jpg
I prodotti di Day sono a cavallo proprio di questi due comparti, quello organizzativo e quello operativo. La tecnologia è affinata per essere già utilizzabile al primo utilizzo e comporta poca pressione sull'IT: il corso di authoring per utilizzare il software Day da contributore, infatti, è di un solo giorno.
Sfruttando un approccio di tipo WYSIWYG (What You See Is What You Get), gli uomini di marketing possono creare un sito web e modificarlo dinamicamente con facilità e immediatezza. Questo aspetto è fondamentale per assicurare un perfetto time to market.
Consapevole dei trend delineati da Gartner, poi, Day ha incluso in CQ anche un modulo social che comprende wiki, blog, forum e quant'altro: tale modulo, nella sua parte di workflow e gestione di commenti e contenuti è molto sofisticata a livello software ma semplice da utilizzare.
A tal proposito è intervenuto Chris Wilson di Prenatal, uno dei clienti Day Software che ha partecipato all'evento berlinese: utilizzando i tool Day, il comparto marketing dell'azienda ha creato un sito collaborativo dove le mamme - in gravidanza o meno - potevano interagire con altre mamme nella loro stessa condizione, anche in base alla settimana di gestazione. Si tratta di uno degli esempi più evoluti di utilizzo degli strumenti Day.
In questo e altri modi gli uomini di marketing possono "tastare il polso" del mercato sfruttando gli insight dati dagli stessi utenti del sito e agendo di conseguenza: CQ offre capacità di personalizzazione elevate, sfruttando "oggetti" trascinabili preconfezionati o creati ad hoc dal comparto IT aziendale. Lo stesso approccio "drag and drop" funziona anche per gli elementi grafici.
CQ viene offerto secondo due tipologie di pricing, in base alle istanze e in base agli autori. Fermo restando che si tratta di un prodotto enterprise che si situa in una fascia di prezzo di alcune decine di migliaia di Euro, il software soddisfa anche le società piccole nella configurazione base, lasciando spazio anche ad add-on modulari.
In più la piattaforma è completamente cloud-compliant e basata su Java, a beneficio dell'infrastruttura hardware aziendale che non viene messa sotto stress dal software. Lo stesso si può dire in ambito prestazionale dei siti creati con CQ: Day lavora molto su questo aspetto e lo "Sneak-Peak" mostrato all'evento parla, ad esempio, di un dimezzamento del tempo di rendering delle pagine dalla versione 5.3 alla 5.4.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-8.jpg
Nell'ambito riguardante i singoli dispositivi, Day ha introdotto nei suoi tool delle funzionalità che permettono di eseguire l'authoring direttamente su un dato dispositivo, per mezzo di emulatori: chi crea le pagine web potrà anche sperimentare come esse vengono visualizzate sui vari iPhone, iPad, BlackBerry ecc.
day-software-con-adobe-il-futuro-del-web-marketing-4.jpg
La recente acquisizione di Day da parte di Adobe, poi, permetterà all'azienda svizzera di arrivare a clienti di alto livello, che richiedono una realtà altamente strutturata dietro a un singolo prodotto, per quanto di buon livello esso sia.
In più Adobe, con le sue suite, "arriva" ad un target specifico di Day Software, ossia gli uomini di marketing, a cui l'azienda svizzera prima non arrivava.
Day, infatti, è nata con la tecnologia e, come tale, riusciva solo ad interfacciarsi con i comparti IT. Ora Day è un nucleo facente parte del settore enterprise di Adobe, con cui il colosso americano punta ad aggredire tecnologicamente il web e le nuove potenzialità di business che la rete offre.
Pubblicato il: 10/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud