Logo ImpresaCity.it

Verizon abilita la convergenza fisso mobile nelle aziende estese

Annunciate due soluzioni cloud-based sviluppate per semplificare la collaborazione "in movimento": FMC che, attraverso numero telefonico universale, consente di rintracciare i dipendenti su linea fissa o su telefono cellulare ed Enterprise Mobility as a service per agevolare la connettività dei lavoratori mobili.

Barbara Torresani

Il target di Verizon Business sono le aziende di respiro internazionale, con confini estesi e filiali distribuite sul globo. Ed è a queste aziende che la società vuole garantire una comunicazione efficiente, sicura e collaborativa all'interno e all'esterno dell'ufficio. Una comunicazione che abiliti la convergenza fisso mobile e migliori i livelli di produttività di una forza lavoro sempre più mobile che comunica servendosi di telefoni cellulari e dispositivi portatili.
Ed è proprio per rispondere alle sfide che la forza lavoro mobile si trova ad affrontare che Verizon ha di recente arricchito la propria offerta con due nuove soluzioni: Global Fixed Mobile Convergence  (FMC) ed Enterprise Mobility as a Service.
"Verizon punta ad abilitare il concetto di Mobilità nell'azienda estesa, spiega Massimo Peselli, Country Leader di Verizon Italy. I confini delle aziende non esistono più, la forza lavoro è sempre più mobile per questo diventa fondamentale favorire la collaborazione tra le persone, abilitare la convergenza tra fisso e mobile, garantire la raggiungibilità, rendendo le comunicazioni più efficaci e agire in termini di controllo dei costi, rendendo i sistemi di comunicazione più economici. I due nuovi componenti dell'offerta societaria cercano di dare una risposta proprio a queste necessità".
verizon-abilita-la-convergenza-fisso-mobile-nelle--1.jpgFMC è un nuovo servizio per la fonia mobile dei lavoratori europei che effettuano e ricevono chiamate al di fuori della propria nazione, in grado di ridurre le tariffe di roaming. Una soluzione software che mette a disposizione un singolo numero universale con la funzione "find me/follow me, ad oggi disponibile in nove paesi europei - Italia compresa - compatibile con dispositivi BlackBerry e Nokia (perché insieme fanno la parte del leone sul mercato) e su reti Gsm, Gprs e Utm.
Un servizio che consente di rintracciare i lavoratori mobili ovunque si trovino su linea fissa o dispositivo cellulare ottenendo una risposta immediata,  riducendo le tariffe di roaming cumulativo per i lavoratori nomadi.
"La forza lavoro mobile deve affrontare numerose sfide – commenta Xavier Sanz-Blasco, Product Marketing Manager di Verizon Global FMC: il fatto di essere ancora un'entità separata dalla rete di fonia fissa, l'alto costo di comunicazione delle infrastrutture di comunicazioni al pari di quello delle telefonate internazionali, un'eterogeneità di dispositivi di comunicazione da gestire in tempi ridotti". "FMC, prosegue Sanz- Blasco, piace ai clienti perché consente di controllare i costi, non prevede costi addizionali, è indipendente dagli operatori della rete (carrier), molto semplice da utilizzare e adotta il modello ‘pay you go'".
Il servizio FMC si serve del software di MobileMax per determinare il routing più conveniente per le chiamate di fonia mobile e indirizzare in modo dinamico le chiamate sulla piattaforma di comunicazione Voip basata su cloud di Verizon oppure sulla rete dell'operatore mobile del cliente qualora l'opzione risulti più favorevole. Il tutto si traduce in riduzione dei costi di roaming dei lavoratori che effettuano o ricevono telefonate fuori dalla loro aree di copertura o in caso di chiamate internazionali provenienti dal paese di origine.
I costi del servizio sono stabiliti in base allo scenario che si viene a creare, in accordo tra Verizon e i clienti. In questo senso Verizon si muove direttamente servendosi di un team di 400 persone in Europa, di cui 16 in Italia, che effettua training e fornisce trail ai clienti interessati al servizio.
La nuova offerta Enterprise Mobility as a Service è invece un servizio di gestione basato su cloud per laptop e desktop studiato per aiutare i lavoratori mobili ad accedere alle reti aziendali in modo rapido e sicuro, facilitando la gestione della forza lavoro ai manager IT.
Fornisce un accesso semplificato ai sistemi business critical attraverso Enterprise Connect, un client software di Verizon, intuitivo e facile da usare.
Nello specifico l'offerta utilizza avanzati software e un'interfaccia intuitiva che consente a computer portatili e notebook dei dipendenti di individuare e connettersi al miglior servizio di rete in un certo momento e luogo (rete con segnale più forte piuttosto che a costi minori, …), configurando adeguatamente i portatili dei lavoratori per selezionare la rete appropriata (sia essa Wi-fi, Ethernet, banda larga mobile, servizi di rete privata virtuale…).
Una soluzione agnostica da carrier e reti, di facile adozione, che non richiede significativi investimenti e training per gli utenti, fornita attraverso la nuvola (comprende la rete globale e l'infrastruttura It di Verizon), che è venduta in modalità as-a service, per cui i clienti pagano su base mensile per l'utilizzo effettivo fatto dall'utente.
"La soluzione si colloca all'interno della strategia più ampia di Verizon che abbraccia il modello "everithing-as-a-service sottolinea  Thorsten Meyer, Product Marketing Manager, Verizon Enterprise Mobility Products, con l'obiettivo di offrire soluzioni convergenti basate sulla ‘cloud'  mediante servizi gestiti e professionali sulla propria rete IP globale". 
Pubblicato il: 14/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud