Logo ImpresaCity.it

Seat PG si allea con Poste Italiane e punta sul web

Al "TransformAction Day", Seat Pagine Gialle ha comunicato le strategie e obiettivi futuri: investimento nelle nuove tecnologie e mezzi di comunicazione, potenziamento della forza vendita e un ventaglio di servizi personalizzabili per portare le PMI sul web in modo efficace. Annunciato anche l'importante accordo con Poste Italiane.

Autore: Andrea Sala

Mettere a disposizione servizi innovativi per aumentare la competitività delle imprese, facilitare la relazione tra PA e cittadini e migliorare il supporto informativo agli utenti sono gli obiettivi alla base del percorso evolutivo che Seat Pagine Gialle (PG) ha intrapreso attraverso l'integrazione delle nuove tecnologie nei processi aziendali e nella propria offerta.
Un percorso - le cui linee guida sono state illustrate ieri dall'Amministratore Delegato Alberto Cappellini e dal top management, in occasione del TransformAction Day Seat PG – che sta generando concreti vantaggi per la crescita e l'evoluzione dell'azienda e, al contempo, sta favorendo innovazione e competitività a tutti gli attori del mercato italiano.
In uno scenario che evidenzia un grande potenziale di crescita nell'utilizzo di internet (solo un terzo circa delle imprese italiane sono presenti sul web con un sito Internet), Seat PG, da servizio di directory, si pone quale player di riferimento per l'utilizzo strategico del Web in Italia, un ruolo confermato dagli 85 mila siti aziendali sviluppati nel 2009 - pari a un sito al minuto.
I numeri degli accessi ai portali Seat PG -
128,5 milioni per Paginegialle.it, 164,4 milioni per Paginebianche.it e 30 milioni per Tuttocitta.it - e gli oltre 300mila download di applicazioni mobile per iPhone negli ultimi 8 mesi, situano l'azienda come top player del mercato del web advertising. Basti pensare che il sistema Seat Directory ha veicolato oltre 2,8 miliardi di ricerche nel 2009 e che "oltre il 10% circa del PIL italiano viene intermediato dai mezzi Seat", ha aggiunto Paolo Gonano, responsabile della Direzione Directory Assistance dell'azienda.  I clienti dei soli servizi internet, infine, nel 2009 sono cresciuti del 13% anno su anno.
I risultati evidenziano l'
accelerazione del business online tale da poter prevedere nel giro dei prossimi 2/3 anni un bilanciamento con quello tradizionale. "Il mercato è pronto, maturo per la presenza sull'online", ha aggiunto Cappellini.
Sempre dall'AD sono stati presentati i risultati finanziari relativi al 2009, risultati in linea con le guidance comunicate agli investitori lo scorso agosto. Preso atto del periodo di crisi generale che ha colpito molti settori di business, i ricavi dalle attività "core" di Seat- ossia quelli relativi al mercato italiano e ai segmenti online, print e voice - sono stati di 859,8 milioni di Euro, pari a un -7,7% contro il -13,4% del mercato totale.
I ricavi del solo segmento online sono stati di 194,7 milioni che equivalgono a un +20% anno su anno, contro il +10% del settore nella sua globalità. L'Ebitda 2009 dell'azienda è stato di 470,7 milioni di Euro con un margine del 49,4%, che corrisponde a un calo esiguo, di due punti percentuali anno su anno. Il deleverage, infine, è stato di 319,2 milioni, anche grazie all'aumento di capitale effettuato a inizio anno.
L'intenzione dichiarata da Seat PG, nell'immediato è di accrescere la propria quota di mercato nei tre segmenti di competizione. L'azienda ci è già riuscita nel 2009, crescendo nel marketing online a livello locale, nella pubblicità online a livello locale e nella pubblicità tradizionale, sempre a livello locale: nei tre settori Seat ha conquistato market share fino a rappresentare il 6%, il 51% e il 20% dei singoli mercati.
Ma il focus è sempre il web, anche e soprattutto per soddisfare le esigenze delle PMI, vero motore dell'economia italiana: Cappellini evidenzia che solo il 33% delle aziende sopra i 10 dipendenti possiede un sito internet. Seat PG vuole così colmare il gap che esiste fra l'Italia e altri Paesi europei. In Germania e Gran Bretagna, ad esempio, oltre il 60% delle imprese è già presente sul web.
E le strategie per riuscire in questo intento possono essere riassunte in tre obbiettivi strategici. Il primo è innovare e sviluppare i vari prodotti per venire incontro alle esigenze dei potenziali clienti: fondamentale è il focus sul mercato mobile, visto come un ulteriore, importante canale capace di generare ricavi.
Il secondo è il
potenziamento e la formazione della forza vendita Seat PG che, ad oggi, è di circa 2mila agenti dislocati sul territorio: a tale proposito è cruciale per l'azienda l'introduzione di webmaster e web consultant dedicati, oltre all'adozione di un contratto unico che sarà valido per tutte le piattaforme di competenza.
Il terzo e ultimo obbiettivo si ripropone di tagliare i costi aziendali attraverso processi di riorganizzazione, ripianificazione più activity-based del costing e un'ottimizzazione dei call center. Nel 2009 il saving si è attestato a 20 milioni di Euro, mentre per il 2010 Seat PG conta di raddoppiare tale cifra.
I servizi su cui l'azienda intende puntare sono sostanzialmente l'offerta directory tradizionale - la visibilità sulle Pagine Gialle, Pagine Bianche, ecc. - e la nuova offerta web-oriented. Quest'ultima comprende lo sviluppo di siti, la loro gestione, il posizionamento con attività mirate di web marketing/web advertising e l'offerta di strumenti di analisi approfondita in real time sulla performance. Ci sono anche altre iniziative in programma per Seat PG, ma che devono essere ancora lanciate: stiamo parlando di sistemi di micropagamenti, attività di co-branding, co-marketing e partnership strategiche. Come quella con Poste Italiane, annunciata proprio al TransformAction Day.

[tit:La partnership con Poste Italiane]
Il TransformAction Day è stata l'occasione per annunciare il varo di
iniziative comuni con Poste Italiane, finalizzate ad un accordo strategico. La collaborazione nasce dall'obiettivo comune di favorire l'accelerazione dell'innovazione del tessuto economico italiano, con particolare riguardo alle Pmi e alla Pubblica Amministrazione, attraverso la digitalizzazione dei processi e una maggiore vicinanza tra enti pubblici e cittadini, mettendo a fattor comune soluzioni e servizi online e generando, al contempo, benefici per entrambe le aziende.
L'accordo avrà per riferimento lo sviluppo di alcuni fronti strategici e la realizzazione di una serie di iniziative nell'ambito di e-commerce, fidelity program, servizi finanziari, postali e a valore aggiunto. La partnership, quindi, intende anche migliorare il rapporto tra cittadini, PMI e Pubblica Amministrazione. Come? Velocizzando i vari processi con soluzioni online.
I primi due progetti di cui si prevede la realizzazione e la conseguente disponibilità per i clienti Seat PG entro la fine di maggio 2010 sono i servizi di Posta elettronica certificata (Pec) e di Comunicazione Elettronica Postale e Bollettini Postali Online.
Direttamente dai siti PagineBianche.it e PagineGialle.it, gli internauti italiani potranno, quindi, effettuare varie operazioni: dalla classica ricerca di attività commerciali o enti pubblici, alla creazione e l'invio di comunicazioni scritte. Tali comunicazioni verranno prese in consegna da Poste Italiane, trasposte in formato cartaceo e spedite al destinatario.
Ma non solo, si potranno inviare
raccomandate con ricevuta di ritorno, posta prioritaria, telegrammi e fax. Sia i servizi di Comunicazione Elettronica, sia il servizio di pagamento dei bollettini postali premarcati, sarà disponibilie agli utenti dei portali Seat semplicemente registrandosi e utilizzando tutti i principali sistemi di pagamento normalmente adoperati dagli utenti Internet. Il beneficio per i cittadini è evidente, in termini di comodità e risparmio di tempo.
Grazie all'accordo con Poste, i portali Seat PG potranno offrire così la possibilità di effettuare comunicazioni scritte e con valore legale oltre a operazioni di gestione della vita quotidiana di cittadini e imprese. La Posta elettronica certificata (Pec) è un sevizio che sarà promosso nei confronti delle Pmi italiane e dei professionisti, integrato nelle offerte commerciali Seat PG, e che permetterà ai clienti Seat di inviare email con valore legale. Il servizio di Pec consentirà, in futuro, la veicolazione da parte di Seat di nuovi servizi a valore aggiunto per le imprese e i professionisti italiani in collaborazione con Poste.

Pubblicato il: 29/04/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud