Logo ImpresaCity.it

Verso Data Center più sicuri

Apc by Schneider Electric, Chloride, Emerson Network Power e Meta System presentano le ultime novità relative all'offerta societaria in termini di sistemi di protezione delle infrastrutture Ict, con un occhio di riguardo ai consumi energetici. Oltre gli Ups.

Redazione ImpresaCity

La protezione del Data Center diventa sempre più importante per salvaguardare la business continuity, il vero e proprio business delle aziende. Oltre alle soluzioni di sicurezza fisica e logica per proteggere il cuore pulsante dei dati aziendali, un ruolo attivo lo giocano anche i fornitori di tecnologia come i produttori dei gruppi di continuità, comuniemente chiamati Ups, che oggi mettono in campo soluzioni hardware e software per abilitare il processo di gestione e protezione dei data center nel modo più completo possibile. Abbiamo chiesto a quattro attori di riferimento di questo mercato di raccontare la loro offerta, presentare le ultime novità di prodotto e spiegare  come le loro soluzini rendono possibile oltre la protezione del data center anche un vero e proprio risplarmio economico.
Ecco le risposte di Apc by Schneider Electric,Chloride, Emerson Network Power e Meta System
.

Il mercato dei data center



E il mercato degli ups

Secondo i dati rilasciati dalle società di ricerca Frost & Sullivan e Ims,  il mercato Ups mondiale del secondo trimestre 2009 evidenziano, rispetto al primo  trimestre 2009,  una crescita del 5,4% ma un calo del 26% rispetto al secondo trimestre 2008. Il  calo più significativo è riscontrato sugli Ups fino a 10 kVA (-31%). Nel 2010 è previsto un mercato mondiale flat, mentre una lieve crescita è attesa nel triennio 2011-2013.
Relativamente al mercato Italiano, i dati rilasciati da Anie-Assoautomazione dicono che fino a settembre 2009 il fatturato di prodotti e servizi è calato complessivamente del 6,4%.


Pubblicato il: 21/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud