Logo ImpresaCity.it

I data center si colorano di verde

In una sala Ced più della metà dell'energia è utilizzata dagli Ups e dal condizionamento, non dal carico informatico. Optare per tecnologie "verdi" negli ambienti IT risulta, quindi, una scelta corretta e alla lunga vincente.

Redazione ImpresaCity

Nell'ambito  IT la principale causa di emissioni dannose è costituita dalla produzione energetica richiesta dalle infrastrutture informatiche. In una sala Ced più della metà dell'energia è utilizzata dagli Ups e dal condizionamento, non dal carico informaticoOptare per tecnologie "verdi" negli ambienti IT  risulta quindi una scelta corretta e alla lunga vincente, in quanto si tratta di tecnologie che puntano ad abbassare l'impatto ambientale delle operazioni IT attraverso la riduzione dei consumi e un'ottimizzazione e uso corretto delle risorse esistenti.  Garantire una migliore gestione dell'energia in ambito data center è quindi uno dei principali obiettivi delle aziende intervistate.
Come abilitano un discorso di risparmio energetico e, più in generale, di Green IT i prodotti sopra citati delle aziende?
"Grazie alla funzione di monitoraggio della qualità del servizio nell''infrastruttura fisica del data center, dell'utilizzo complessivo dell'energia al suo interno e dei vari costi ad essa associati, afferma Bruschi di di APC by Schneider Electric, ili-data-center-si-colorano-di-verde-1.jpg software consente di ottenere un risparmio energetico elevato dimostrando l'ecosostenibilità del nuovo Software di gestione InfraStruxure 6.0 che traduce  l'impegno di APC by Schneider Electric  di proporsi come partner unico per la fornitura di soluzioni complete e integrate nell'ambito energetico. Al di là dell'aspetto legato alla riduzione dei costi, oggi ogni azienda è tenuta ad adottare un approccio green grazie a soluzioni e tecnologie mirate. In ambito IT la principale fonte di emissioni nocive è data proprio dalla produzione dell'energia richiesta dai dispositivi IT, ottenuta utilizzando fonti non rinnovabili e spesso "sprecata" per problemi di dimensionamento." E prosegue: "Apc ha da tempo un'offerta orientata al Green – InfrastruXure - un'architettura che integra perfettamente alimentazione elettrica, sistemi di condizionamento di precisione InRow (a livello di rack e fila di rack), software di management e servizi di assistenza e progettazione a 360 gradi. I crescenti costi per l'approvvigionamento energetico pongono, ancor di più nell'attuale contesto di crisi economica, seri problemi di spesa anche ai reparti IT, al cui interno ricade una delle principali fonti di consumo energetico, ovvero la sala Ced. Ridurre i consumi senza sacrificare il livello di affidabilità delle componenti del sistema datacenter e dunque mantenendo, o possibilmente aumentando, il livello di disponibilità del sistema stesso non è un obiettivo banale, ma è compito delle aziende permettere ai loro clienti  di raggiungerlo".
Due le principali caratteristiche green da prendere in considerazione se si è orientati all'offerta di Chi-data-center-si-colorano-di-verde-2.jpgloride. Come sostiene Emma Salerno, di Chloride Italia: "I nostri sistemi sono da considerarsi ‘verdi' da due punti di vista: per come vengono realizzati e per le prestazioni che garantiscono. Siamo conformi allo Standard Uni En Iso 14001 e tutti gli Ups di recente progettazione rispettano la direttiva europea RoHS, che richiede la riduzione dell'utilizzo di sostanze nocive nella costruzione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Siamo poi la prima azienda europea ad aver siglato il Codice di Condotta Europeo sull'Efficienza Energetica che impegna a migliorare la qualità e a ridurre i consumi energetici degli Ups. Prova della concretezza del perseguimento della "green philosophy" è appunto Trinergy che vanta un'efficienza pari al 99%".

[tit:Verso una green philosophy]

"Emerson Network Power, spiega Cristina Rebolini, è partner nella Business Critical Continuity nei mercati delle Grandi Imprese, PMI, Ti-data-center-si-colorano-di-verde-3.jpgelco ed collabora con  Canale IT, attraverso programmi e servizi dedicati, per portare sul mercato finale i vantaggi della propria piattaforma di soluzioni, prodotti e servizi Liebert. I prodotti e le soluzioni dell'azienda sono frutto di un accurato lavoro di ricerca e analisi e rientrano nel modello Energy Logic che supporta chi governa ambienti tecnologici a prendere decisioni ragionate ed efficaci sull'ottimizzazione dei consumi energetici e sulla gestione delle risorse disponibili in termini di continuità elettrica, raffreddamento e spazio. Questo senza compromessi sulla disponibilità o la flessibilità dei sistemi IT. Il modello logico sul quale si basa Emerson Energy Logic è fondato sul cosiddetto  "effetto cascata" in base al quale la riduzione di un Watt a livello di microprocessore produce un risparmio medio sul consumo energetico totale pari a 2,84 Watt determinato dall'effetto cascata tra l'utilizzo e l'impianto di alimentazione elettrica. Energy Logic permette dunque di quantificare i risparmi e stimare i tempi di recupero dell'investimento per ogni intervento consigliato all'interno della roadmap. Implementando il programma Energy Logic in tutte le sue fasi, si può ottenere un risparmio potenziale superiore al 50% del carico energetico di un data center".
i-data-center-si-colorano-di-verde-4.jpgImpegno "green" anche per Meta System che, con Gianluca Fabiani, sostiene: "L'efficienza energetica è sicuramente uno dei punti di forza delle nostre soluzioni modulari. Sin dall'esordio nel 1993, i nostri Ups hanno ottenuto il riconoscimento del mercato per le prestazioni elevate e il basso impatto ambientale. La filosofia green di Meta System ha quindi radici molto lontane, infatti da sempre noi siamo in grado di garantire una reale efficienza complessiva dei nostri Ups, dal punto di vista dei costi di gestione e della sostenibilità ambientale. Inoltre, le nostre soluzioni modulari, espandibili e ad alto risparmio energetico si adattano alle concrete necessità di carico e sono già predisposte per eventuali future espansioni, evitando gli sprechi e gli onerosi investimenti in apparecchiature energivore 'oversize'. Una scelta ambientale a tutto campo anche per i sistemi di gestione delle batterie che permettono di allungarne la vita utile e ne esaltano le prestazioni. Siamo anche molto orgogliosi di essere stati tra i primi esponenti dell'industria dell'elettronica di potenza a sottoscrivere il Codice di Condotta Europeo sull'Efficienza Energetica e la Qualità dei Gruppi di Continuità".
     
Pubblicato il: 20/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud