Logo ImpresaCity.it

Smau: pronti via!

La tre giorni di Smau parte oggi. Un appuntamento di riferimento per fare networking, e creare occasioni di formazione e informazione per i manager d'impresa e i responsabili delle pubbliche amministrazioni, oltre che un momento di confronto politico sui grandi temi come l'innovazione, leva per la competitività del Sistema-Paese. La parola a Pierantonio Macola, amministratore delegato di Smau.

Autore: Redazione ImpresaCity

Trasferire ai i decisiori aziendali e ai rappresentanti delle Pubbliche Amministrazioni gli strumenti necessari per effettuare scelte intelligenti e ragionate facendo tesoro delle esperienze maturate da chi ha già portato a termine con successo progetti innovativi in grado di far fare alla propria organizzazione un salto di qualità. Questo in sintesi l'obiettivo del Salone milanese, giunto alla sua 46esima edizione.
"Una torta di alta pasticceria, con tutti gli ingredienti finemente combinati", dice il padrone di casa, Pierantonio Macola, che ne descrive gli elementi caratterizzanti.
smau-pronti-via--1.jpg
Smau:  la vetrina dell'Ict in Italia. Quali gli elementi caratterizzanti la 46esima edizione? L'edizione di Smau che si sta per aprire vuole essere non più solo una vetrina per il mondo dell'ICT, ma un vero e proprio appuntamento di riferimento per fare networking, e creare occasioni di formazione e informazione per i manager d'impresa e i responsabili delle pubbliche amministrazioni, oltre che un momento di confronto politico sui grandi temi come l'innovazione come leva per la competitività del Sistema-Paese.
Anche l'area espositiva gioca un ruolo fondamentale nel format della Manifestazione che quest'anno, battendo i numeri delle precedenti edizioni, ospiterà oltre 500 gli espositori (incluse le aziende ospiti) con nomi del calibro di Apc, Colt, CBT, Epson, Esprinet, Fastweb, Google, Kodak, Ibm, Infor, Ingram Micro, Microsoft, Oracle, TeamSystem e Zucchetti. Infine come non citare gli eventi di punta di questa edizione, come il Convegno Inaugurale di Smau che vedrà la presenza di importanti personaggi del mondo politico italiano, la Smart Business Conference di Ibm, il lancio in anteprima nazionale di Windows 7 e Windows Server 2008 R2 a cura di Microsoft, l'Oracle SaaS -Software as a Service Day e L'Innovation Day, evento interamente dedicato alle start-up. 
 
Quali le novità  dal punto di vista espositivo e contenutistico?
Le novità che abbiamo messo a punto per questa edizione intendono tutte garantire al visitatore l'ottimizzazione del proprio tempo: abbiamo infatti individuato 9 temi focus che si declinano sia come aree espositive che come contenuti del ricco programma formativo della manifestazione. Le imprese e pubbliche amministrazioni potranno contare sulle aree Smau Business (che riunisce i più avanzati sistemi gestionali, applicazioni di business intelligence e di Crm all'avanguardia, infrastrutture IT e tutte le più innovative soluzioni per le imprese), E-commerce e Web Marketing, Telco per l'Impresa, Mobile & Wireless, Information Security, Percorsi dell'Innovazione e Innovazione nel Commercio. Gli operatori del canale ICT non possono invece perdere l'appuntamento con  Smau Trade.
Ogni visitatore, una volta arrivato saprà esattamente dove andare grazie a un sofisticato sistema di registrazione attivo sul nostro sito internet in grado di elaborare un'agenda personalizzata che segnalerà, secondo le esigenze di business di ciascuno, quali workshop seguire e quali fornitori di tecnologie incontrare. 

Il ritorno di alcuni grandi vendor può fare da volano per la visibilità  e il successo della manifestazione?

Mi lasci rispondere con una metafora culinaria: Smau, così come tutte le fiere è come una torta, se mancano ingredienti come lo zucchero o le uova difficilmente riesce bene. Sono convinto che quest'anno Smau ha tutti gli ingredienti per essere un dolce di alta pasticceria. Ai visitatori il compito di gustarlo! 

Smau si pone come evento per fare "marketing dell'innovazione". Cosa mette in campo in concreto per perseguire questo obiettivo
?  
Con i suoi eventi sul territorio e con l'imminente edizione milanese del Salone, Smau vuole farsi promotore della cultura dell'innovazione, non solo nelle piccole e medie imprese, ma anche nelle grandi realtà e lo fa dando la possibilità all'imprenditore o al manager di comprendere come altri suoi colleghi hanno risolto alcune problematiche o hanno migliorato una certa attività.
La case history a mio parere è uno strumento di marketing molto efficace e credibile perché i manager si identificano con persone che parlano lo stesso linguaggio e hanno le stesse problematiche e per questo sono più propensi a valutare in modo positivo i futuri investimenti in ICT. Per valorizzare le eccellenze che abbiamo scoperto nel nostro viaggio in giro per l'Italia abbiamo anche istituito il Premio Nazionale Innovazione ICT che si è tenuto lo scorso 1 ottobre e che ha conferito un riconoscimento a tutte quelle imprese che hanno saputo sfruttare le tecnologie per far crescere il proprio business.. 
 
Quali suggerimenti sono arrivati dagli appuntamenti di Smau Business sul territorio e quali sono gli obiettivi della 46esima edizione del Salone Milanese?
La 46ma edizione di Smau arriva a Milano forte di una nuova esperienza, quella dello Smau Business Roadshow: la raccolta di casi ed esperienze, testimonianze provenienti dal mondo del business rispetto all'adozione di nuove tecnologie fanno di Smau un vero e proprio punto di osservazione privilegiato del mercato, in grado di interpretarne le esigenze.
La fotografia scattata è molto chiara: nelle imprese si avverte la necessità di un cambiamento culturale in cui le tecnologie informatiche possono e devono giocare un ruolo fondamentale. Le aziende stanno lavorando tantissimo, consapevoli ormai che il mercato cambierà completamente e niente sarà più come prima.
Gli attori coinvolti vogliono muoversi in maniera attiva e Smau vuole dare il suo contributo alle imprese italiane fornendo loro ancora una volta un concreto terreno di confronto che le aiuti a innovare.   
Il nostro obiettivo è quello di trasferire ai decisori aziendali - Chief Information Officer e Responsabili IT, ma anche responsabili Marketing&Sales, Amministrazione e Finanza, Logistica, Risorse umane, Acquisti, Ricerca e Sviluppo - e ai rappresentanti delle Pubbliche Amministrazioni gli strumenti necessari per effettuare scelte intelligenti e ragionate facendo tesoro delle esperienze maturate da chi ha già portato a termine con successo progetti innovativi in grado di far fare alla propria organizzazione un salto di qualità. 
  
Pubblicato il: 21/10/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud