Logo ImpresaCity.it

Enisa, aumentano i reati agli sportelli automatici

500 milioni di euro è il costo annuale dei furti e delle truffe commessi in Europa tramite gli sportelli automatici. I consigli di Enisa, l’agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell'informazione, per eviare tali rischi agli utenti.

Autore: Redazione ImpresaCity

Nel corso del 2008 i reati finanziari commessi in Europa tramite gli sportelli automatici sono aumentati del 149%, raggiungendo un costo che sfiora i 500 milioni di euro; lo dice un report di Enisa - European Network and Information Security Agency, l’agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell'informazione, che consiglia agli utenti di essere maggiormente consapevoli dei rischi e di adottare le necessarie precauzioni per evitare di rimanere vittime di tali reati. Al rapido aumento del numero di sportelli automatici si è combinata la diffusione sempre più alta di tecniche di clonazione e frode sempre più sofisticate.
Il report di Enisa dal titolo “ATM Crime: Overview of the European situation and golden rules on how to avoid it” (“Reati connessi agli sportelli automatici: la situazione in Europa e le regole d'oro per evitarli”), che combina dati, informazioni e studi specifici che evidenziano le diverse tipologie di reati, fornisce alcuni consigli su come individuare e prevenire questi rischi.

Nel 2008 in Europa il numero di sportelli automatici è cresciuto del 6% fino a raggiungere quasi 400.000 unità, di cui il 72% è concentrato in soli cinque paesi: Regno Unito, Spagna, Germania, Francia e Italia. Oltre alle installazioni in istituiti bancari molti Atm si trovano in luoghi come minimarket, aeroporti e distributori di benzina.
La tecnica preferita dai criminali è ancora il prelievo fraudolento di contanti dagli sportelli automatici; vengono carpiti i codici Pin mediante un’ampia gamma di tecniche, tra queste: il “shoulder surfing”, che vuol dire spiare un utente mentre digita il suo codice Pin, tecniche di “skimming” (strisciata) che possono comportare l’utilizzo di microtelecamere. Nel corso del solo 2008, è stato denunciato in Europa un totale di 10.302 casi di skimming; false tastiere per l'immissione del codice PIN; sportelli automatici fasulli.  Inoltre, si diffonde sempre più il ricorso alla tecnologia wireless Bluetooth per trasmettere i dati clonati da carte di credito e Bancomat e i codici PIN a computer portatili situati nelle vicinanze.
A queste tecniche si aggiungono altri metodi per prelevare i contanti, tra cui: il blocco e il successivo recupero delle carte degli utenti, l’interruzione delle operazioni di prelievo in fase di transazione per completarle dopo che la vittima si è allontanata e il trattenimento dei contanti all'interno della macchina. Vi sono poi sofisticate tecniche di phishing e di hacking sui siti Web e nei sistemi informatici delle banche per ottenere dati relativi a conti correnti bancari e codici PIN. 
Nel corso del 2008 i  furti con scasso degli sportelli automatici sono aumentati del 32%, attraverso l'impiego di tecniche che spaziano dalle rapine con sfondamento dello sportello, all'uso di esplosivi, seghe circolari, lance termiche e trapani con punte diamantate.

Come ha sottolineato Andrea Pirotti, Direttore Esecutivo di Enisa: "Gli sportelli automatici sono tra i bersagli preferiti dai criminali perché  contengono denaro in contante, mentre carte di credito o Bancomat consentono ai malviventi di accedere ai conti correnti bancari dei clienti.” "In futuro è probabile che le attività criminali di questo tipo subiscano un ulteriore aumento poiché gli sportelli automatici di ultima generazione sono progettati per erogare anche servizi e prodotti aggiuntivi quali ricariche telefoniche e francobolli”.
Secondo Enisa per diffendersi in modo appropriato contro i reati informatici commessi attraverso gli sportelli automatici occorre in prima istanza diffondere la consapevolezza dei rischi e che  gli utenti prendano  semplici precauzioni, come schermare la tastiera quando si digita il codice Pin e fare attenzione a eventuali segni di manomissione o attività sospette nei pressi di uno sportello automatico.
Enisa, come organizzazione di esperti costituita con lo scopo di fornire consulenza e consigli agli Stati membri e alle istituzioni dell’UE sui temi della sicurezza delle reti e dell’informazione, ha l'obiettivo di raggiungere un elevato livello di sicurezza d reti e informazione nell'ambito dell'Unione Europea a tutela di cittadini, consumatori, imprese e organizzazioni del settore pubblico che utilizzano tecnologie quali internet a banda larga, sportelli automatici e servizi bancari telematici, commercio elettronico e telefonia cellulare. Per questo ha stilato un elenco di regole d'oro da seguire per ottenere la massima protezione con pochi accorgimenti.
Eccole di seguito: 

Scelta dello sportello automatico
: evitare di usare sportelli automatici che presentino insegne o avvertenze supplementari; Usare preferibilmente sportelli automatici situati all'interno di istituti bancari; Evitare di usare sportelli automatici non a parete.  

Ambiente circostante: Usare preferibilmente sportelli automatici in posizione visibile e ben illuminata; fare attenzione alla presenza di persone estranee e verificare che si trovino a ragionevole distanza.

Transazioni: controllare attentamente che la parte anteriore dello sportello automatico non presenti segni di manomissione e il lettore di carte non presenti segni di dispositivi supplementari; osservare attentamente la tastiera di immissione del codice PIN per verificare che non presenti caratteristiche diverse o insolite; verificare che non vi siano telecamere supplementari; proteggere il codice PIN avvicinandosi il più possibile allo sportello automatico e schermando la tastiera mentre si digita il codice PIN. Se la carta viene trattenuta dallo sportello automatico informare immediatamente l'emittente; fare attenzione agli sportelli automatici che non erogano contante e agli sportelli automatici non appartenenti a istituti bancari che non addebitano commissioni.  

Estratto conto
: esaminare frequentemente i propri estratti conto; segnalare immediatamente qualsiasi movimento sospetto.  
Pubblicato il: 08/09/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza