Logo ImpresaCity.it

Indagine Avaya: le piccole imprese europee investono in tecnologie di comunicazione

La tecnologia delle comunicazioni è essenziale per le attività di business del 70% delle piccole imprese di Regno Unito, Francia, Italia e Russia. E il 60% investirà in quest’ambito nel corso dell'anno.

Redazione ImpresaCity

Le aziende di piccole dimensioni non rinunciano alle tecnologie, in particolare in quelle di Comunicazione. È ciò che emerge da un recente studio di Avaya sulle tendenze tecnologiche delle imprese di queste dimensioni.
Lo studio commissionato da Avaya e realizzato online da e-Rewards nell'aprile 2009, delinea una panoramica su tendenze e opinioni delle piccole imprese europee (con un organico compreso tra 20-80 dipendenti) in relazione a temi quali l'economia, la tecnologia e le comunicazioni.  La prevalenza di queste aziende in Italia, nel Regno Unito, in Francia e in Russia sta investendo o ha l’intenzione di investire in questi ambiti.
Investe in soluzioni di Communication Technology un 79% nel Regno Unito, un 71% in Francia, un 69% in Italia e un 63% in Russia, in quanto questa tecnologia è considerata di fondamentale importanza per le attività di business.
Quando si tratta di garantire un’elevata produttività dei dipendenti, i tool di comunicazione si impongono in Francia (dove il 56% degli intervistati li cita come i più importanti) e in Russia (39%) rispetto ad altri strumenti, come la remunerazione e la flessibilità oraria, fattori riconosciuti nel Regno Unito e in Italia.
Pur riconoscendo il valore strategico di queste soluzioni, la ricerca registra qualche esitazione nell'implementazione di alcune importanti tecnologie di comunicazione, come, per esempio, quelle a supporto della mobilità e del telelavoro. Gran parte delle imprese intervistate su mercati differenti (80% in Francia, 78% in Russia, 65% in Italia, 59% nel Regno Unito) è favorevole all’implementazione della tecnologia per consentire ai dipendenti di lavorare da casa, previa la sperimentazione e la verifica dei benefici.
Il 67% degli intervistati britannici e il 60% di quelli francesi consentirebbero il  telelavoro ai loro dipendenti per incrementare la produttività; il 74% degli italiani e il 65% dei russi ha invece evidenziato la possibilità di agevolare il telelavoro per abbattere le spese.  

[tit:Mobilità e telelavoro]
Pur riconoscendo i benefici della mobilità e del telelavoro le piccole aziende non sono ancora attrezzate in modo adeguato per garantire ai propri dipendenti la possibilità di operare al meglio in queste condizioni (lavorare in viaggio, a casa, durante gli spostamenti ecc.): il 57% degli intervistati in Russia, il 46% in Italia e in Francia e il 42% nel Regno Unito hanno meno di un quarto dei loro dipendenti (in alcuni casi addirittura nessun dipendente) adeguatamente supportato per lavorare fuori ufficio (ad esempio in viaggio, a casa, durante gli spostamenti ecc.).
Le aziende tendono a volere i propri dipendenti in azienda ogni giorno: il 67% in Francia, il 66% in Russia, il 65% nel Regno Unito e il 61% in Italia.  Uno dei motivi di tale resistenza potrebbe essere l'incapacità di comprendere come le tecnologie di telelavoro siano invece in grado di mettere i dipendenti nelle condizioni di lavorare da casa come se si trovassero fisicamente in ufficio. Molte aziende non adottano questa modalità di lavoro e si affidano a modelli ormai superati.
Le piccole realtà devono ancora comprendere a fondo come le tecnologie che abilitano il telelavoro e la mobilità possano trasformarsi in un reale vantaggio competitivo, e capire che si tratta di strumenti non più e solo ad appannaggio delle grandi aziende.
È questo il caso delle tecnologie come Avaya IP Office, che mettono a disposizione delle piccole imprese una scelta conveniente dal punto di vista economico per dotare la realtà aziendale di capacità di comunicazione avanzate, partendo dai sistemi di comunicazione e di customer service enterprise-class per spostarsi a tecnologie innovative.  
Sono soluzioni le cui funzioni di mobilità e di telelavoro consentono ai lavoratori esterni all’azienda, che operano da casa o sono in mobilità, di essere sempre e comunque in collegamento con colleghi e clienti.  
Pubblicato il: 08/07/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud