Logo ImpresaCity.it

Sap Business ByDesign apre nuovi orizzonti a Sap

Con Sap Business ByDesign, il vendor entra in un mercato completamente nuovo, quello del software on demand. Si tratta di un prodotto/servizio progettato da zero per essere fruito in modalità on demand e di fatto fare concorrenza a Ibm nel campo delle medie e piccole imprese.

Cecilia Lombardi

Per Augusto Abbarchi, Amministratore Delegato di Sap Italia, il lancio di Sap Business ByDesign rappresenta una tappa importante e il secondo grande milestone nella storia di Sap (dopo R/3).
Dopo l'annuncio avvenuto a livello mondiale  lo scorso settembre, con la disponibilità in alcuni paesi, è arrivato il giorno della presentazione anche in Italia.
"Con Sap Business ByDesign, l'azienda si lancia in un mercato completamente nuovo, quello del software on demand. È questo un gesto di coraggio ma anche di umiltà da parte di Sap, ha sottolineato Abbarchi. Per essere entrata in un segmento del tutto nuovo e perché ha voluto riscrivere da zero il prodotto partendo dalle reali esigenze del mercsap-business-bydesign-apre-nuovi-orizzonti-a-sap-3.jpgato, portandosi dietro però un bagaglio ricco di 35 anni di esperienza".
Si tratta di un prodotto/servizio progettato da zero per essere fruito in modalità on demand. Come ha spiegato Abbarchi "Ogni persona in un'azienda, che ha a disposizione un PC e un browser Internet, con Sap Business ByDesign può disporre di un sistema informativo gestionale integrato, trasferendo oneri, economici e non, che afferiscono al sistema informativo aziendale su Sap".
È una soluzione pronta all'uso a cui si accede pagando un canone mensile (133 euro per utente comprensivo di  software, infrastruttura, servizi e assistenza). L'approccio adottato da Sap nel proporre la novità non è particolarmente aggressivo. "Al momento non è negli obiettivi di Sap essere aggressivi, ha sottolineato Abbarchi; non vogliamo invadere il mercato ma capirlo ed essere capiti". Il processo di comprensione del mercato da parte di Sap  parte dalla consapevolezza che per muoversi sul mercato della media impresa bisogna avere un'offerta a tutto tondo, completa o end-to-end che dir sì voglia.

[tit:Sap Business ByDesign Sap: dentro l'annuncio]

Sap oggi può dire di avere una porposizione di offerta che risponde a questi requiti: con Sap Business All-in-One si rivolge alla media impresa di taglio alto, che richiede soluzioni per industry dettagliate e complesse; con Sap Business One dà voce alle aziende che passano da una fase post-artigianale a una più industriale e necessitano di standardizzare i processi (aziende al di sotto dei 100 dipendenti) mentre con Sap Business ByDesign va a chiudere il cerchio indirizzando un target aziendale che

sap-business-bydesign-apre-nuovi-orizzonti-a-sap-1.jpg

impiega dai 75 ai 500 dipendenti e che non trova riposta nelle soluzioni gestionali tradizionali.
La valenza del nuovo software as a service proposto da Sap si esprime in tre concetti principali:  completezza, che significa mettere a disposizione le componenti di CRM, Human Resource, logistica, gestione dei progetti, compliance,...; accessibilità; facilità di implementazione.
L'innovatività non sta solo nel prodotto ma anche nell'esperienza del cliente, che ha a disposizione un prodotto che si può adottare dopo averlo provato (Try and Buy), che cresce nel tempo, a costi prevedibili, senza momenti di discontinuità e senza rischi. Con una navigazione intuitiva è di semplice utilizzo, il prodotto ha però dietro tutta la complessità di un vero Erp integrato che poggia sulla piattaforma tecnologica Sap Netweaver, basata un'architettura orientata ai servizi.
"La magia di Sap Business ByDesign, ha affermato Abbarchi, sta nell capacità di oscurarne la complessità e offrirlo come prodotto di facile utilizzo".

sap-business-bydesign-apre-nuovi-orizzonti-a-sap-2.jpg

Di fondamentale importanza per l'affermazione di Sap Business ByDesign sul mercato sarà il contributo che verrà dato dai partner. "Sap sta lavorando alla creazione di un ecosistema di partner. Le opportunità sono interessanti sia per i partner esistenti che per quelli che entreranno per la prima volta nell'ecosistema, in termini di migrazione, di creazione dei contenuti verticali, di integrazione dei dati. Sicuramente si creerà un un team nuovo, completamente dedicato. Per il momento non ci interessa un approccio a volume, puntiamo a referenze qualificate".
Sul fronte clienti ad oggi  in Italia si sta lavorando su alcune decine di potenziali clienti con l'idea di andare a verificare dopo qualche mese l'adeguatezza della versione italiana alle effettive necessità di business.
Intanto però la società si è lasciata andare a qualche previsione di vendita. Se il 2008 è l'anno delle decine di clienti, il 2009 sarà quello delle centinaia e il 2010 dovrebbe segnare il traguardo delle migliaia.
  
Pubblicato il: 14/02/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud