Logo ImpresaCity.it

Google, la UE pronta a sanzionarlo

Se il colosso di Mountain View non modificherà le proprie politiche sulla privacy come richiesto, potrebbe dover scontare pesanti provvedimenti

Autore: Redazione ImpresaCity

Come già scritto in passato, da un anno Google è sotto inchiesta da parte dell'autorità garante della privacy francese, il CNIL, che ha ricevuto l'incarico dalle autorità europee di vagliare la sua posizione in merito alla normativa europea.
Da quando ha cambiato le sue norme sulla privacy, infatti, Google è accusata di non garantire a sufficienza la privacy degli utenti, e sono stati chiesti chiarimenti sul modo in cui i dati vengono aggregati tra i vari servizi e modifiche ai regolamenti che prevedessero tempi specifici di ritenzione dei dati.
Dal canto suo Google, pur dialogando con il CNIL, è rimasta ferma sulla sua posizione, secondo cui le proprie norme sono già compatibili con la normativa europea.
Ora però si arriva al dunque: i quattro mesi concesso a Google per chiarire e adeguare le proprie norme sono scaduti, e il CNIL ha già fatto sapere con un comunicato stampa, che le risposte avute da Google non sono considerate soddisfacenti.
Pertanto, nei prossimi giorni le autorità garanti della privacy di 29 paesi europei si riuniranno per coordinare misure repressive contro Google, da applicarsi prima dell'estate.
Si avvicina dunque un nuovo fronte di scontro con l'Europa, mentre Google è ancora sotto inchiesta a Bruxelles per il rispetto della normativa antitrust.
Pubblicato il: 20/02/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza