Logo ImpresaCity.it

Compuware analizza i siti dei candidati alle elezioni

Compuware ha analizzato le prestazioni e i tempi di risposta dei siti web dei candidati alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi.

redazione ImpresaCity

Le presidenziali americane del 2008 sono state le prime elezioni in cui internet ha giocato un ruolo essenziale e alcuni analisti affermano che la strategia web sia stata determinante per il successo di Barack Obama.
In realtà, quanto pesi Internet in una campagna elettorale è un tema controverso anche in Italia e molti sostengono che i social network e il web non servano a conquistare nuovi voti e convincere un elettore a cambiare idea.
Sono invece sicuramente utili per informare e informarsi e, sostengono alcuni analisti, per portare al voto una parte degli indecisi che nelle ultime elezioni hanno scelto di non votare.    
Certo è che, per un candidato che usa il web per comunicare con gli elettori, due sono le condizioni fondamentali: che il sito web abbia ottime prestazioni e che sia disponibile. Si considera performante un sito web che si apre in meno di 3 secondi e disponibile al 100% se risponde a tutte le richieste degli utenti.    
E nel caso dei nostri candidati alle elezioni del 24 e 25 febbraio? I loro siti web sono veloci e disponibili? Quali sono le prestazioni del sito di un candidato comparate con quelle degli avversari?   Le prestazioni e la disponibilità dei siti web dei principali candidati sono state analizzate dal 16 gennaio 2013 al 3 febbraio 2013 da Compuware.
Questi i risultati:
il sito del Popolo della Libertà ha registrato un tempo di risposta di 10.432 secondi, con una disponibilità del 98.36%  
Il sito Agenda Monti ha ottenuto un tempo di risposta di 12,053 secondi, con una disponibilità del 99.05%, mentre il sito del PD ha registrato un tempo di risposta di 14.668 secondi e una disponibilità del 95.44%, seguito da Rivoluzione civile, con tempo di risposta di 14,28 secondi  
Il blog di Beppe Grillo ha un tempo di risposta di 20.955 secondi e una disponibilità dell'86.61%.
Le strategie di comunicazione dei candidati terranno conto anche di questi dati? La tendenza a una comunicazione veloce e in real time troverà rispondenza nella rapidità d'accesso al sito web? Secondo Compuware il 40% degli utenti abbandona un sito web dopo 4 secondi di attesa. Succederà lo stesso nel caso dei siti web dei candidati?
Pubblicato il: 12/02/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud