Logo ImpresaCity.it

Potenza: riapre il Fondo per la ripresa economica

Il presidente della Cciaa potentina, Lamorte: "Occorre uno sforzo supplementare da parte delle Istituzioni, per sostenere il sistema economico e produttivo alle prese con una crisi gravissima".

Redazione ImpresaCity

Oltre 150 domande ricevute, di cui 96 finanziate con 110.000 euro. Sulla scorta di questi dati, la Camera di Commercio di Potenza ha riaperto i termini per la presentazione delle domande sul Bando “Fondo per la ripresa economica”, istituito nel giugno 2012 per dare una “scossa” all’empasse generale in materia di accesso al credito. I beneficiari hanno ottenuto un finanziamento medio dalle banche di 47.000 euro, mettendo in moto una movimentazione finanziaria complessiva di oltre quattro milioni e mezzo di euro. 
Il Fondo è articolato in due linee d'intervento: quella della “Ripresa”, con un contributo diretto alle Pmi che richiedono un finanziamento, assistito dalla garanzia delle cooperative di garanzia e dei Confidi operanti nella provincia di Potenza.
L’intervento camerale riguarda i costi sostenuti per ottenere la garanzia del Confidi, fino al 2,75% del costo totale e per un importo massimo per singola impresa pari ad 2.500 Euro
C’è poi una seconda linea, del “Sostegno”, con un contributo diretto alle Pmi che aderiscono alle “Nuove Misure per il Credito”, accordo sottoscritto il 28 febbraio 2012 dai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Economia, dalle Associazioni delle Imprese e dall’ABI. L’agevolazione consiste nell’attribuzione di un contributo a fondo perduto sugli interessi che l’impresa sostiene, nel periodo della moratoria, per un importo massimo di 2.500 Euro. La certificazione degli interessi dovrà essere effettuata dal Confidi garante e/o dalla Banca finanziatrice.    
«Gli ultimi dati, purtroppo, indicano ancora segnali di netta recessione per il 2013 – dichiara il presidente della Cciaa potentina, Pasquale Lamorte -. Occorre uno sforzo collettivo e supplementare, da parte delle Istituzioni, per sostenere il sistema economico e produttivo alle prese con una crisi gravissima, che si ripercuote anche nella gestione finanziaria, sia per il rispetto delle scadenze di rimborso dei prestiti bancari già contratti, sia nell’accesso a nuove forme di finanziamento». 
Per le domande si seguirà l'ordine cronologico, fino all’esaurimento del fondo stesso. Il contributo camerale potrà essere erogato allo stesso beneficiario una sola volta e per un’unica tipologia di intervento. Le agevolazioni previste dal Bando non sono cumulabili con altre agevolazioni camerali, regionali, nazionali e comunitarie inerenti tipologie di interventi similari.
Il Bando e i modelli di domanda sono on line sul sito www.pz.camcom.it
Pubblicato il: 21/01/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud