Logo ImpresaCity.it

Ibm presenta una nuova offerta “Platform-as-a-Service” in cloud

Ibm annuncia una nuova offerta di Platform as a Service per aiutare le organizzazioni a creare e rilasciare le proprie applicazioni software in modo rapido ed efficace.

Chiara Bernasconi

Ibm annuncia una nuova offerta di Platform as a Service per aiutare le organizzazioni a creare e rilasciare le proprie applicazioni software in modo rapido ed efficace. I servizi di PaaS disponibili sul cloud di Ibm integrano l’insieme di risorse server, storage, middleware e risorse di rete con le relative funzionalità di monitoraggio.  
Un’indagine condotta da Ibm su più di 1.500 decisori IT, provenienti da 18 paesi, ha rilevato che i leader in IT più lungimiranti stanno aprendo la strada all’adozione del PaaS per i significativi vantaggi di business che se ne possono trarre – citando i Big Data come la principale  ragione che giustifica questo tipo di adozione.
Lo studio dimostra inoltre che solo il 20% degli intervistati utilizza attualmente il PaaS, sebbene più della metà ne riconosca l’opportunità.
I leader, sia di business, sia dell’IT, stanno iniziando ad utilizzare questo nuovo tipo di cloud computing, per contenere i costi informatici e velocizzare la fornitura di nuovi prodotti e servizi.
A differenza di altri servizi di cloud computing, come Infrastructure as a Service (IaaS) e Software as a Service (SaaS), il PaaS offre una base comune di servizi, strumenti e template applicativi, che le aziende possono utilizzare per sviluppare rapidamente potenti applicazioni software e rilasciarle in un ambiente automatizzato.
La nuova offerta PaaS in ambiente cloud di Ibm, SmartCloud Application Services, fornisce accesso istantaneo e self-service a un’insieme di strumenti, middleware e database per lo sviluppo delle applicazioni, disponibile attraverso una tecnologia ‘pattern-based’.
Con SmartCloud Application Services, Ibm mette a disposizione delle aziende una serie di servizi comuni e pattern pre-integrati, che accelerano lo sviluppo e la distribuzione di nuove applicazioni, contribuiscono a eliminare gli errori manuali e a produrre risultati coerenti.
Questi pattern applicativi possono essere rilasciati su un cloud pubblico con Ibm SmartCloud Enterprise, oppure su un cloud privato con Ibm PureApplication System o tramite Ibm Workload Deployer.
Poiché non esistono due applicazioni che abbiano requisiti identici, questi pattern portabili e personalizzabili offrono ai clienti flessibilità e controllo sul rilascio delle loro applicazioni.
La disponibilità di Ibm SmartCloud Application Services è prevista per il quarto trimestre di quest’anno.





Pubblicato il: 19/11/2012

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce